Pomezia, accordo con il Primavera Lazio Petricca

Undici stagioni con l’aquila sul petto per il classe 2001, una trafila lunghissima nel settore giovanile

Correva l’anno 2009, Mattia Petricca era solo un bambino di 8 anni, ma in testa aveva già ben chiaro quale sarebbe stato il suo futuro. Indossare la maglia della Lazio era il suo sogno. Un desiderio che Mattia è riuscito a realizzare. Undici stagioni con l’aquila sul petto, una trafila lunghissima nel settore giovanile. Difensore duttile, capace di ricoprire tutti i ruoli delle retroguardia, alcuni in passato lo avevano paragonato anche a Stefan Radu. Di strada ne ha percorsa parecchia, dalle prime categorie passando per l’Under 16 con la fascia da capitano al braccio, fino ad approdare alla Primavera. Tanti infortuni però, hanno condizionato la sua ascesa, soprattutto la scorsa stagione quando dovette restare fuori per diversi mesi. 

ARRIVEDERCI LAZIO – Mattia non è più il bambino di otto anni che per la prima volta si vestiva di biancoceleste, sognando grandi palcoscenici con la maglia della sua squadra del cuore. Classe 2001, ha dovuto fare una scelta per il suo futuro. Poco spazio per lui in questa stagione, di qui la dolorosa decisione. Stando a quanto raccolto in esclusiva dalla redazione de Lalaziosiamonoi.it, infatti, il difensore ha raggiunto nella giornata di ieri l’accordo con il Pomezia, società militante nel campionato di Serie D.

Ha già salutato la squadra, compagni in campo e amici nella vita. Dopo De Angelis (passato al Cosenza), anche Petricca è pronto per intraprendere la sua nuova avventura. Per sostituirli, la Lazio ha già acquistato Ludovico Ricci – leggi qui la notizia -, difensore proveniente dalla Viterbese. 

Lascia un commento