Viterbese, la Primavera della Lazio opportunità di crescita per Ricci. Percorso inverso per Falbo in estate?

Per una volta sarà la piccola Viterbese a prestare un giocatore alla più titolata Lazio

Il centrale di difesa gialloblu Ludovico Ricci, infatti, classe 2001, legato al club del leone da un contratto triennale, andrà fino a giugno in prestito secco alla Primavera biancoceleste allenata da Leonardo Menichini.

La conferma arriva direttamente dal presidente gialloblu Marco Arturo Romano. “Ce lo ha chiesto direttamente Igli Tare – rivela il number one della Viterbese, molto impegnato in questi ultimi giorni di trattative insieme al consulente di mercato Fanco Zavaglia – e anche se io sono geloso dei miei ragazzi, dei nostri giovani, crediamo si tratti di una buona opportunità di crescita per Ludovico. Siamo stati tutti d’accordo nel dargli questa possibilità”.

Si rinsalda, pertanto, il già forte legame tra i due club laziali che in estate fu essenziale per l’acquisto da parte della Viterbese di un pezzo da novanta come l’ex biancoceleste Mamadou Tounkara. Un legame che lascia presagire anche ulteriori collaborazioni future e che nella prossima stagione potrebbe propiziare l’arrivo a Viterbo di uno dei sogni proibiti gialloblu: quell’Alessandro Rossi, attaccante viterbese doc (è figlio di Sandro, da anni carismatico capo dei facchini di Santa Rosa, ndr), che il club del presidente Romano aveva cercato di prendere anche in questa finestra di mercato invernale ma che la Juve Stabia (dove la punta è in prestito proprio dalla Lazio) non ha lasciato partire. E con lui potrebbe arrivare anche un altro gioiellino del vivaio laziale (ma tesserato fino al 2017 con il settore giovanile della sponda giallorossa della Capitale): l’esterno sinistro 2000 Luca Falbo, specialista di assist e calci piazzati che anche Simone Inzaghi osserva con attenzione. Ipotesi, comunque, di cui si parlerà la prossima estate.

Eleonora Celestini – Cuorigialloblù.com

Lascia un commento