Rieti-Persano, fatta. Anche Isufaj pronto a vestire l’amarantoceleste

Il Rieti ritrova la vittoria nella giornata di campionato migliore

Il Rieti in un colpo solo recupera punti su tutte le dirette concorrenti nella lotta salvezza: tre a Sicula e Bisceglie, sconfitte rispettivamente da Catanzaro e Potenza, due a Rende e Picerno che pareggiano con Vibobese e Avellino.

SERVE CONTINUITÀ — Il gol di Russo, uno dei volti nuovi di questo Rieti, ha riacceso la speranza, ha restituito un briciolo di credibilità ad un ambiente scombussolato da tutto ciò che è accaduto dal
16 ottobre in avanti e che ora sta tentando di riabilitarsi agli occhi dell’opinione pubblica (e dei propri sostenitori) puntando ad un finale di stagione in crescendo. Ma serve innanzitutto continuità nei risultati, per riprendere a marciare verso quel terz’ultimo posto che oggi vale uno spareggio playout. Perché non il penultimo? Semplice. Perché oggi tra la Sicula e il Picerno ci sono 12 punti di distanza e se la stagione fosse finita qui, anche i siciliani sarebbero retrocessi direttamente.

MERCATO ATTIVO — Ma la continuità passerà anche attraverso gli accorgimenti strutturali che la società riuscirà a compiere in questi ultimi quattro giorni di mercato. Ieri è arrivato l’attaccante leccese Mattia Persano, che torna dall’esperienza nella serie A romena (giocava nell’Hermanstaadt), ma a breve il Rieti abbraccerà anche Andrea Isufaj, la punta di proprietà del Chievo che attualmente gioca a Cesena. In bianconero andrà Andrea De Paoli, in uno scambio con conguaglio di 15 mila euro in favore del club amarantoceleste che avrà così l’opportunità di trovare anche altro. A centrocampo non è ancora persa la speranza nel vedere Obodo ottenere l’ok dalla Lega per il tesseramento, mentre in difesa si punta tutto sul portoghese Joao Silva del Trapani: in alternativa Garofalo o Pedrelli, soprattutto nel caso in cui Zanchi dovesse salutare.

Marco Ferroni – Npctv.it

Lascia un commento