Vis Sezze sempre più convincente: abbattuto il Campus Eur

É IL GIORNO DI RUFO “IL PISTOLERO” E DI UNA GRANDE VIS SEZZE FORMATO ECCELLENZA! 

Zuppa, infangata e vincente. É questa la Vis che esce dal “Tasciotti” al termine di novanta minuti intensi e giocati con rinnovata grinta e concentrazione, trionfante ai danni della modesta Campus Eur, davanti ai suoi tifosi speciali, accorsi per sostenere i colori rossoblù, nonostante una grigia e invernale domenica di fine gennaio.

Mister Catanzani si affida a Caruso tra i pali e alla difesa a quattro ormai più che collaudata, con Bucciarelli e Chinaglia centrali, affiancati da Cioé sulla destra e Dell’Aguzzo sul versante sinistro; a centrocampo Giannone a dirigere l’orchestra, mentre Palluzzi e Tomei sono gli ingranaggi impeccabili di un reparto centrale ad alto tasso tecnico; in attacco spazio e sprint per Loria e Ferrazzoli, con Rufo punta di diamante.

La formazione setina preme fin da subito sull’acceleratore, noncurante del manto fangoso che ricopre il “Tasciotti”, a causa della duratura pioggia; sono Palluzzi e Rufo a impensierire l’estremo difensore Barrago, anche se la loro mira deve essere registrata con maggior accuratezza.
Con il passare dei minuti, le due squadre si scontrano senza ripensamenti, molto corte e ben schierate. Gli ospiti sono più timidi dei leoni rossoblù e provano a sorprendere la retroguardia setina solo con un’azione ambiziosa, ma imprecisa di Gamboni e Gentili. La prima parata di Caruso si registra al 24’ pt, quando Prioteasa – una gara molto generosa la sua – inzucca di testa e gli consegna la palla tra le manone guantate.
Il campo viscido non permette ai due schieramenti di sviluppare un gioco fluido e controllato, ma le insidie sono sempre dietro l’angolo, perchè anche il più lieve dei tentennamenti può risultare fatale, come quando Martorelli fa sobbalzare il suo stesso portiere, dopo aver deviato in angolo un rasoterra di Ferrazzoli, o nelle ripetute situazioni di mischia da tiro dalla bandierina, ma in nessun caso i protagonisti in gioco sono attenti e lesti per approfittarne.
Il primo tempo si conclude dopo un tiro un pizzico troppo strozzato di Loria, a conclusione di un’egregia azione di chiaro stampo rossoblù.

Il secondo tempo riparte da uno 0-0 melmoso, ma si capisce subito che negli ultimi quarantacinque minuti, il risultato non sarebbe rimasto invariato. Perchè già dopo due giri d’orologio, Dell’Aguzzo scarica un bolide destinato a incastonarsi all’incrocio dei pali, ma la palla sbatte contro la fronte di un eroico difensore del Campus Eur, finendo con l’essere rinviata lontano. E la Vis trova addirittura il gol, quando Loria soffia il pallone con scaltrezza a Barrago in procinto di rinviare, ma il direttore di gara opta per il fallo e annulla le gioie rossoblù.
Tomei e compagni macinano gioco con maggiore intensità e gli ospiti appaiono un poco intimoriti; Loria sembra avere tre polmoni e il gol sembra essere nell’aria…
Così, si materializza al 16’ st, quando Loria intercetta in piena area di rigore e piazza il colpo da biliardo, ma Barrago é un furetto e si distende, pizzicando con le dita; purtroppo per la formazione romana, la Vis può contare sulla brillantezza ed elasticità mentale del “Pistolero” Davide Rufo, che sa sempre dove va a finire il pallone e lui, prontamente, si fa trovare sul posto. Basta un tocco per spingere la palla in rete e portare la squadra setina sull’1-0.
Gli ospiti, dapprima più compassati e guardinghi, alla ricerca di un punto che non gioverebbe poi di molto alla loro posizione in classifica, si scrollano di dosso le remore iniziali e provano a riacciuffare la Vis: al 21’ st Caruso l’”Acchiappasogni” compie una parata divina su un colpo di testa ravvicinato e letale del pungente Prioteasa, che si dispera incredulo…
Sul capovolgimento di fronte, Loria semina il panico in ben due occasioni, senza tuttavia riuscire a inquadrare la porta.
Ma al 31’ st, finalmente, “Tornado” Loria corona l’ennesima prestazione sontuosa, generosa e acuta come sempre: il neo entrato De Falco si beve il diretto marcatore, sterza e pennella un cross semplicemente meraviglioso per la testa del numero dieci rossoblù, che incorna e batte Barrago per il gol che chiude, di fatto, i conti.
Per il Campus Eur non sembra esserci più possibilità di rivalsa, quando un minuto dopo Gentili viene espulso per doppia ammonizione.
E al 40’ st, una Vis mai sazia, mai doma, infligge agli avversari la terza ferita: “Braveheart” De Falco stoppa in area, scarta il portiere in uscita e gira di sinistro, ma la sfera rotola fin su la linea di porta, per poi arenarsi in una lugubre pozzanghera…ma la sua corsa non è terminata, perché ancora Rufo, primo tra tutti, la raggiunge e la spinge in rete.
Alla compagine romana non resta che attendere il triplice fischio finale e maledire qualche divinità a caso, quando Caruso compie un intervento epico e quasi commovente per la prontezza di riflessi messa in campo, bloccando in gola a Prioteasa la gioia di un gol che a nulla sarebbe comunque servito.

Dopo la vittoria per 3-1 di domenica scorsa sul campo del Morolo, la Vis vince e convince di nuovo: ora é quarta, a quota 33 punti, a cinque distanze dal primo posto, occupato dalla Polisportiva Insieme Ausonia, stoppata in casa sull’1-1 dalla Polisportiva Città di Paliano, insieme al Gaeta, corsaro sul campo dell’Atletico Lodigiani, per 1-0.
Febbraio inizierà con una trasferta molto delicata: si andrà a Paliano, con una Vis agguerrita e in gran forma!

🦁

⚽️ Vis Sezze – Campus Eur 1960: 3-0 ⚽️

Vis Sezze (4-3-3): Caruso, Cioé, Chinaglia, Bucciarelli (48’ st L. Antonucci), Dell’Aguzzo, Giannone, Palluzzi (44’ st Berti), Tomei, Loria (44’ st Carlini), Ferrazzoli (14’ st De Falco), Rufo (42’ st Veneziani) . A disp.: Paccarié, Musilli, Petrillo, Ienco. All. F. Catanzani.

Campus Eur 1960 (4-4-2): Barrago (39’ st Noto), Frenguellotti, Pieri, Gentili, Martorelli, Castelluccio, Gamboni, Corvesi (24’ st Di Giovanni), Prioteasa, Calveri, Belardelli (12’ st Morra). A disp.: Cosentino, Bruschi, Visconti, Cotani, Del Mastro, Lazzeri. All: G. Geminiani.

Arbitro: Benestante (Formia); (Calistroni di Formia e Saccoccio di Aprilia

Marcatori: 16’ st, 40’ st Rufo (VS), 31’ st Loria (VS)

Ammoniti: 25’ pt Prioteasa (CE), 7’ st Loria (VS), 18’ st Palluzzi (VS), 28’ st Bucciarelli (VS), 43’ st Giannone (VS)

Espulsi: 33’ st Gentili (CE) [doppia ammonizione]

Recupero: 1’ pt, 4’ st

Area Comunicazione Vis Sezze

Lascia un commento