Vis Sezze, ripresa sprint: Morolo battuto al ‘Marocco’

TROPPA VIS SEZZE PER IL MOROLO: RUFO, PALLUZZI E DELL’AGUZZO PER UNA VITTORIA DA GRANDE SQUADRA

Dallo scoramento alla gioia in una settimana esatta: una Vis Sezze uscita con le ossa rotte dalla sconfitta della scorsa giornata per 5-2 contro il Palestrina 1919 rialza la testa e torna ruggire con rabbia e determinazione, espugnando il campo “Arnaldo Marocco” di Morolo, surclassando per 3-1 i padroni di casa del Morolo Calcio, con una prestazione brillante e inarginabile per i verde-arancio.

Mister Catanzani si affida al consueto 4-3-3, con Caruso tra i pali, Bucciarelli e Chinaglia centrali e con Cioé e Dell’Aguzzo lanciati sulle fasce; a centrocampo ancora spazio a Giannone regista, Tomei e Compagno intermedi; in attacco ci sono Carlini e Palluzzi a dar supporto a Rufo, punta centrale.

Le due formazioni danno avvio a una sfida avvolta nella nebbia di una freddissima mattinata. La Vis si mostra fin da subito in palla e sono Palluzzi e Compagno a tirar fuori le unghie con due conclusioni da distanza notevole, che non preoccupano l’estremo difensore del Morolo Lo Scalzo; sorte analoga per la prima conclusione verso la porta da parte dei padroni di casa, con Meledandri che non calibra come vorrebbe.
Al 17’ pt la Vis osa con Giannone e il suo piede vellutato, ma il calcio di punizione del barometro rossoblù viene intercettato da Lo Scalzo.
Dopo un tentativo di rovesciata, coraggioso ma terminato a lato di Dell’Aguzzo, il Morolo passa in vantaggio, grazie al gol di Capuano, bravo ad approfittare di un’indecisione della difesa rossoblù e abile a freddare Caruso.

É un colpo mancino quello giocato dal Morolo, che affonda alla prima vera grande occasione. Ma la Vis non si abbatte di fronte alla realtà e, anzi, la stravolge, perchè da questo momento in poi sarà la formazione setina l’unica squadra in campo. E tutto parte dal tiro fatato di Rufo che, al 26’ pt, schiaffeggia di controbalzo con estrema destrezza la palla che buca senza fronzoli Lo Scalzo, non impeccabile in fase di ricezione.

Con il passare dei minuti, i leoni rossoblù assumono il dominio del campo, vincendo molti duelli nel cerchio del centrocampo: Carlini fa dannare mezza difesa avversaria, Rufo é indemoniato e Palluzzi attacca e pressa come un veterano; ma il centrocampo e la retroguardia setina non sono da meno, con Giannone e Bucciarelli a guidare una squadra quest’oggi in forma e vogliosa di giocare a ritmi decisamente alti.

Il secondo tempo si riapre con Giannone che prova a impensierire Lo Scalzo sempre su punizione, ma da notevole distanza, senza infondere il giusto giro alla sfera. Finché sopraggiunge l’8’ st, quando un’intuizione di Giannone “Pernambucano” regala a “Peter Pan” Palluzzi un assist prezioso, che il numero sette rossoblù prima addomestica con il tacco e poi spinge in rete in un’esplosione di gioia e furia indomita. Che lancio di Rocco Giannone e che giocata di Diego Palluzzi!

Il Morolo accusa il colpo e non riesce mai a sporcare le manone guantate di Caruso; la Vis serra i ranghi e controlla le sortite avversarie con un pressing asfissiante ed efficace.

Al 20’ st ancora Palluzzi lanciato a rete pecca di eccessivo altruismo, provando a servire l’accorrente Berti, dopo essersi ritrovato a tu per tu con Lo Scalzo, ma l’ala setina, appena entrata, manca il contatto col pallone per una questione di centimetri.
La Vis ha il dominio del campo e Tomei tenta una bordata da distanza notevole, ma l’impatto col la palla non é dei migliori.
I padroni di casa si riaffacciano solo al 37’ st, con Santarelli che spara alle stelle, per poi maledire la sorte, quando al 44’ st scheggia l’incrocio dei pali, dopo un calcio di punizione esemplare. L’unico acuto di un secondo tempo evanescente da parte dell’attacco verde-arancio.
E quando sembra che il match sia giunto a conclusione, “la locomotiva” Dell’Aguzzo regala ai tifosi rossoblù l’ultima fiammata e gonfia la rete per il 3-1 definitivo, bruciando la difesa avversaria, concludendo un’azione fulminea della Vis.

Con questa vittoria, la classifica torna a sorridere ai leoni di mister Catanzani, autori di una prova più che convincente, soprattutto in fase di costruzione e di gestione; i rossoblù espugnano Morolo con una prova lucida e coinvolgente, senza mai abbassare la guardia.

Sesto posto per la Vis, che sale a quota 30, distante sette punti dalla vetta, occupata dalla Polisportiva Insieme Ausonia, stoppata sul 3-3 in casa del Campus Eur 1960, prossimo avversario della Vis, che l’accoglierà al “Tasciotti” il prossimo 26 gennaio.
Per continuare a ruggire, in questo imprevedibile campionato.

⚽️ Morolo Calcio – Vis Sezze 1-3 ⚽️

Morolo Calcio (4-4-2): Lo Scalzo, Santarelli, Marini (12’ st Dabo), Meledandri, Amico, Nardi, Uzoma (26’ Reveco), Capuano, Tani, Cataldi, Cioffi. A disp.: Palombo, Alteri, Pantano, De Angelis, Ferrari. All: G. L. Steffa.

Vis Sezze (4-3-3): Caruso, Cioé, Chinaglia, Bucciarelli, Dell’Aguzzo (48’ st Musilli), Giannone, Compagno, Tomei, Carlini (19’ st Berti), Palluzzi (39’ st Ferrazzoli), Rufo (35’ st Veneziani). A disp.: Paccarié, L. Antonucci, De Falco, Petrillo, Ienco. All. F. Catanzani.

Arbitro: Martina (Palermo); (Rienzi di Tivoli e Brizzi di Aprilia)

Marcatori: 22’ pt Capuano (M), 26’ pt Rufo (VS), 8’ st Palluzzi (VS), 45’ st Dell’Aguzzo (VS)

Ammoniti: 20’ pt Marini (M), 24 pt’ Carlini (VS), 5’ st Nardi (M), 18’ st Capuano (M), 30’ st Tomei (VS), 34’ st Reveco (M)

Recupero: 1’ pt, 5’ st

Area Comunicazione Vis Sezze

Lascia un commento