Scibilia e la Puteolana: “Da Salerno a Roma non esistono piazze del genere, io preso pre vincere!”

Uno degli ultimi arrivati in casa flegrea si racconta

Uno dei colpi del calciomercato invernale della Puteolana 1902, il diesse dei diavoli rossi Massimo Cavaliere ha consegnato al tecnico Andrea Ciaramella un profilo di indiscutibile valore come Danilo Scibilia.

Classe ’86 che vanta esperienze importanti tra Lega Pro, Serie D ed Eccellenza, la qualità e le vittorie sono sempre state il filo conduttore della carriera del nuovo jolly offensivo dei flegrei. Si, perchè Scibilia può ricoprire tutti i ruoli dell’attacco in supporto ad una prima punta, dall’esterno offensivo al trequartista, per finire con la seconda punta. Un innesto che innalza il tasso d’esperienza e la qualità dell’organico granata in vista del rush finale in campionato. In carriera Scibilia vanta oltre 350 tra Serie C, D ed Eccellenza, ha difeso i colori di Guardiagrele, Celano, Luco Canistro, Maceratese, Chieti, Monterotondo Lupa, Marsala, Lupa Frascati, Lupa Roma, Nocerina, Civitavecchia, Aprilia, Flaminia Civitacastellana, Latina e Cassino.

L’obiettivo è alla portata e lo stesso calciatore dei diavoli rossi spiega bene la situazione: “Quando sposo un progetto in Eccellenza lo faccio soltanto se avverto la possibilità di vivere un’esperienza di grande livello, ed a Pozzuoli tutto questo è possibile. Prima di accettare la proposta dei granata ho visionato partite, studiato la storia e ammirato la passione dei tifosi della Puteolana. – ha esordito Scibilia – Ho giocato tanti anni tra Lazio e Marche, poche esperienze al Sud, ma adoro giocare in Campania perchè spesso si instaura un rapporto viscerale tra squadra e tifosi. Ricordo ad esempio l’importante esperienza di qualche anno fa con la maglia della Nocerina, che veniva da una forte delusione e in Eccellenza aveva grande voglia di riscatto (stagione 2015/16)”.

Oltre al blasone della piazza, nella scelta di Scibilia ha giocato un ruolo chiave la serietà e solidità del progetto: “Già in passato mi è capitato di fare scelte di questo tipo, rinunciando alla categoria per inseguire qualcosa d’importante. Ricordo che dopo la salvezza in C con la maglia della Lupa Roma andai a Nocera Inferiore per provare a risollevare le sorti di una nobile decaduta come la Nocerina. – racconta l’esterno offensivo dei diavoli rossi – Pozzuoli per me è una piazza importantissima, credo che in Eccellenza da Salerno a Roma non ci siano piazze del genere. Nella mia scelta comunque ha avuto un ruolo importante anche il progetto che ha in mente il Presidente Casapulla, una persona che si vede palesemente che non è di passaggio a Pozzuoli ma che vuole gettare basi importanti. Adesso però tocca a noi calciatori, dobbiamo vincere sul campo”.

Inserimento nel gruppo che procede in maniera graduale, le rivali sono agguerrite ma la Puteolana non ha intenzione di cedere facilmente il passo: “Posso giocare in tutti i ruoli d’attacco, chiaramente sono arrivato in un momento in cui c’erano due ravvicinate di grande importanza e non è stato possibile lavorare dal punto di vista tattico in modo specifico. – ammette Scibilia – A Pozzuoli ho trovato uno staff tecnico nettamente superiore alla categoria, inoltre i miei compagni nutrono grande fiducia per quanto riguarda il raggiungimento dell’obiettivo promozione. Ho spiegato al gruppo, se hanno preso uno come me è chiaro che vogliono vincere il campionato, so che sarà dura perchè Afragolese e Frattese sono due rivali importanti ma se siamo in vetta vuol dire che qualcosa di buono l’abbiamo fatto anche noi”.

Chiosa finale sul primo approccio con i tifosi granata: “E’ bello ricevere il supporto della gente anche durante gli allenamenti settimanali, ho riscontrato un grande attaccamento fin dalle prime sessioni di allenamento. Non potevo assolutamente dire no ad una piazza del genere, c’è tutto per fare bene, società, staff, tifosi e calciatori credono tutti nell’obiettivo. Ad oggi una realtà come quella di Pozzuoli merita senza dubbio almeno la Lega Pro, ma bisogna andare per gradi e pensare a vincere in primis questo campionato”.

Luigi Langellotti – Restodelcalcio.com

Lascia un commento