PMC, finisce male. Fabrizi lancia l’Eretum, Scorsini si dimette!

Prima la rimonta poi la beffa in casa giallonera

La Polisportiva Monti Cimini comunica di aver ricevuto, al termine della sconfitta interna con l’Eretum Monterotondo, le dimissioni del tecnico Marco Scorsini. Il club dei presidenti Pecci e Patrizi, preso atto della decisione del mister di rimettere il proprio mandato nelle mani della società, si è preso ventiquattrore di riflessione per fare tutte le valutazioni del caso in un momento difficile dove è giusto fare ogni mossa con calma ed attenzione.

Pol. Monti Cimini- Eretum Monterotondo 2-3

Pmc: Iacomini Nuti (8’st Giurato) Prosperi Lupo Razzini Piergentili Lupo Razzini Cedeno Mamarang (44’st Baronci) Moronti (8’st Bragalone) Vittorini M., Vittorini C (75’st Mastrodonato). A disp. Bertollini Falzini Baronci Massaini Giurato Di Battista. All. Scorsini

Eretum Monterotondo: Proietti Gaffi, Antinelli (41’st Ranieri) Pasqui Ferrari Palmerini Mastrantoni Dioguardi (18’st Pecorari) Sganga Trincia Filoia Lelli. A disp. Baldoni Pastore Tiscione CIrulli Di Paolo Pellutri. All. Gregori
Arbitro: Manedo Mazzoni di Prato. Ass Pancani e Conti di Roma.

Reti: 6’ 39’ Trincia 19’st rig. 39’st rig. M. Vittorini, 47’st Fabrizi
Note – espulso al 26’ Cedeno per doppia ammonizione ed al 30’st Prosperi. Ammoniti Piergentili, Pecorari. Recupero 1-5.

Dopo due sconfitte consecutive la Pmc deve tornare a fare i punti contro un Eretum Monterotondo in grande forma e che dopo due azioni offensive si porta subito in vantaggio dopo sei minuti con Trincia bravo a chiudere in scivolata un tiro cross di Filoia. Come domenica col Nettuno la Pmc approccia malissimo la gara. La Pmc prova a reagire con un colpo di testa di Nuti fuori di poco. Al 25’ doppio giallo esagerato a Cedeno (Filoia inciampa da solo) e la squadra di casa resta in dieci. Eretum Monterotondo è in fiducia e gioca a memoria ed al 39’ chiude i conti ancora con Trincia che infila un altro affondo sulla destra di Dioguardi. Con un uomo in meno e sotto di due gol alla Pmc serve davvero un’impresa nel secondo tempo.
Pronti via Manuel Vittorini prova a suonare la sveglia ma il sinistro in girata è alto sopra la traversa. Ma l’Eretum in contropiede è devastante ed in un paio di circostanze sfiora il tris, in una Lupo è decisivo. Scorsini getta nella mischia Bragalone e Giurato, la Pmc comincia a macinare gioco, sfiora il gol di testa con Manuel Vittorini e poi lo trova su calcio di rigore dello stesso bomber al 19’st che di fatto riapre il match.

Al 27’st la difesa dell’Eretum salva su Vittorini. La Pmc nonostante l’inferiorità numerica ci crede ma ancora Mazzoni di Prato oggi peggiore in campo taglia le gambe ai locali al rosso diretto a Prosperi. Pmc in nove contro undici ma la squadra di Scorsini non molla ed al 39’st Manuel Vittorini trova e trasforma il rigore del 2-2. Ma è un finale al cardiopalma perché la squadra di Attilio Gregori vuole il successo, gli viene annullata una rete a tre dalla fine ma al 93’ con Fabrizi, ancora con un cross dalla destra dove sono nate tutte le azioni dei gol gialloblu, trova il punto del 2-3 che beffa la Polisportiva in maniera forse immeritata sia per la direzione di gara che per la bontà della ripresa giocata. Terzo ko per la truppa di Scorsini che ora deve trovare il modo di uscire dalla prima vera crisi di questa stagione.

Ufficio Stampa Pmc

Lascia un commento