Scouting, sta per nascere la società di Francesco Totti

La società lavorerà in particolare con i giovani, cercando di prendere i migliori 2002 non solo in Italia, ma in tutto il mondo

Francesco Totti è pronto a cominciare la nuova vita. La sua società di scouting sta per nascere, sarà presentata ufficialmente tra la fine di gennaio e febbraio, nel nome si fa riferimento a Number Ten e si stanno ultimando i lavori nella sede elegantissima all’Eur. Totti sarà affiancato da due giovani agenti romani che hanno sostenuto l’esame di idoneità da procuratori, Giovanni De Montis e Matteo Fittavolini.

L’agenzia si occuperà soprattutto di scouting, con l’obiettivo di scovare il nuovo Totti e lavorerà in particolare con i giovani, cercando di prendere i migliori 2002 non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Con questa società Totti avrà titolarità nel ruolo di procuratore, sarà lui a convincere i giovani talenti individuati dai suoi collaboratori a passare nella sua scuderia. Nei mesi scorsi è stato a Londra dove ha incontrato David Manasseh, procuratore e fondatore dello Stellar Group, della quale Francesco dovrebbe essere il rappresentante in Italia. Ma vanno ancora definiti i contorni economici dell’accordo. La Stellar Group finora non una referente in Italia. Totti vuole fare il procuratore in prima persona, ormai ha individuato questa strada e non tornerà indietro. La struttura che sta nascendo avrà nello staff agenti Uefa, osservatori che si coordineranno direttamente con Francesco, poi ci saranno avvocati, un commercialista (Totti si affiderà a quello suo storico, Adolfo Leonardi) e un notaio, per offrire ai giovani calciatori un’assistenza a 360 gradi.

In questi giorni si parla molto dei giocatori che saranno rappresentati da Totti. Ieri è circolata la voce di un contatto con Federico Chiesa. Totti conosce bene il padre Enrico, con il quale ha mantenuto rapporti normali, ma non è il profilo ideale per la nuova agenzia. E’ concreta invece l’ipotesi dell’ingresso nella scuderia di Esposito, il giovane rivelazione dell’Inter e del fratello più giovane che gioca nel Chievo.

Totti ha incontrato i genitori a Milano quando andò a San Siro a vedere Inter-Roma, il 6 dicembre scorso. Francesco ha preso contatto anche con alcuni allenatori suoi amici, ma in questo momento non è previsto l’ingresso di tecnici, pur avendo rapporti molto solidi con Gattuso, Di Francesco, Cosmi, Zauri, Montella, Ranieri.

Cds

Lascia un commento