Colò ringrazia l’Arce, si apre l’avventura al Terracina: “Ho fame e voglia di rivalsa”

Il Terracina rende noto di aver acquisito le prestazioni sportive di Gianluca Colò. Il difensore centrale di piede sinistro, classe 1991, vanta undici anni di militanza in eccellenza con varie squadre come Monte San Giovanni Campano, Ceccano, Morolo e Arce. Ha messo a segno undici reti e si è sempre contraddistinto per la grande professionalità in campo e soprattutto nello spogliatoio.

Le parole di commiato dell’eclettico profilo difensivo:

“Ci ho pensato tanto prima di prendere questa decisione perché non è mai facile cambiare squadra a metà campionato e perché mi dispiace lasciare compagni con cui ho condiviso tanto e altri che giocano con me da un’eternità e sono quasi fratelli. Non dimenticherò mai la stagione scorsa, ognuno dei tre gol e questa foto che rappresenta uno dei momenti più belli da quando gioco.

Dopo un terzo posto da protagonista non mi aspettavo di fare questa scelta sinceramente ma il calcio è fatto di giudizi soggettivi e quindi accetto tutte le scelte tecniche e le opinioni perché, come ho sempre sostenuto, gli uomini veri puntano il dito sempre prima verso se stessi e non cercano responsabili intorno sapendo che in ogni cosa che ho fatto ci ho messo il cuore curando ogni dettaglio di spogliatoio, tecnico e fisico. La fame che sento dentro e la voglia di rivalsa le getterò sul campo nella prossima avventura chiudendo la bocca a chi mi ha sempre sottovalutato e lo fa ora più che mai e dimostrando ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, che nei momenti complessi vengo sempre fuori. Detto questo ringrazio di cuore tutti quelli che mi hanno voluto bene ad Arce.

Due parole di ringraziamento volevo spenderle anche per tutte le squadre che mi hanno contattato in questi giorni. È bello sapere che in un mondo di amicizie, sponsor e dirigenti incompetenti che portano gente che ha collezionato figuracce sui campi di tutta la regione, in serie D o in contesti a vincere, ci sia ancora qualcuno che dia il giusto valore alla professionalità”.

Lascia un commento