Nulla di fatto tra Monti Cimini ed Unipomezia: regge il bunker di Scorsini

Unipomezia bloccata sullo 0-0 e secondo posto confermato per i gialloneri

POL.Monti Cimini-Unipomezia 0-0

Pmc: Tomarelli Nuti Di Battista Lupo Prosperi Piergentili Cedeno Massaini (20’st Bragalone) Giurato Mamarang Consales (40’st Vittorini C.). A disp. Molinelli Falzini Bragalone Vitali Gerini Nacioglu Vittorini C, Cecchini Panfili. All. Scorsini

Unipomezia: Chiriac Busti (6’st Rambaldo) Renelli Casciotti Tounkara Romondini Rosano (31’st Busto) Gomez Nsumbu Palma (16’st Laghigna) Valle. A disp. Francabandiera Marulla Marchetti Albanesi Sale Busto Laghigna Morelli Rambaldo. All. Grossi
Arbitro: Igliozzi di Roma

Note – ammoniti Mamarang, Consales, Tomarelli, Lupo, Valle, Gomez, Palma. Al 17’st espulso Prosperi per rosso diretto. Al 35’st espulso per doppia ammonizione Valle. Recupero 1’-5’.

È scontro diretto d’alta classifica tra Pmc ed Unipomezia. Pesanti le assenze in casa cimina. Scorsini deve rinunciare per la prima volta al bomber Manuel Vittorini. Out anche Razzini oltre alla squalifica Gasperini. Solo in panchina Cristian Vittorini che convive con un problema al ginocchio. Dopo un minuto doppia occasione per l’Unipomezia che sembra entrata subito in partita: prima azione è Gomez in diagonale a lambire il palo. Trenta secondi dopo Palma di testa impegna Tomarelli.

La Pmc riesce a prendere le misure ma pesa davanti l’assenza del proprio bomber soprattutto nella profondità della manovra. Al 38’ la fiammata con Giurato in cui destro viene deviato in angolo. Sull’azione seguente presunto fallo di mano sulla sforbiciata in area di Massaini. La Pmc chiude in crescendo la prima frazione di gioco. Nel finale azione personale di Mamarang ma Tounkara salva un filtrante che avrebbe messo in porta Massaini.

Nella ripresa al 5’ Unipomezia pericolosa con un destro dalla distanza di Valle parato in due tempi da Tomarelli. Al 17’st la Pmc rimane in dieci per il rosso diretto a Prosperi. Ora si fa veramente dura, entra anche Laghigna negli ospiti per dare maggiore peso offensivo. Nonostante inferiorità numerica la Pmc costruisce una clamorosa occasione al 26’st con il neo entrato Bragalone che imbeccato da Giurato si fa neutralizzare da Chiriac al momento della battuta. Tre minuti dopo è Tomarelli d’istinto a parare di piede il tiro di Nsumbu.

Alla mezz’ora ci prova Gomez di testa ma la sfera sfiora la traversa. Grossi getta nella mischia anche Busto per il forcing finale. Al 34’ parità numerica ristabilita col doppio giallo a Valle che rincorre Cedeno dopo una bella discesa sulla sinistra. L’ultimo brivido della gara lo reca Gomez il cui sinistro dal limite sfiora il palo nel recupero.

Finisce 0-0 una prova di grande orgoglio da parte della Polisportiva Monti Cimini che nonostante le assenze e poi l’inferiorità numerica regge l’urto di una Unipomezia piuttosto deludente e che ha recato raramente pensieri a Piergentili e compagni.

Buona la prova dal primo minuto di Massaini, ottima quella di Nuti nell’inedita posizione di terzo centrale al fianco di Lupo. Mamarang e Cedeno sono ormai certezze, Giurato ha lottato in mezzo ai giganti pometini. Con questo punto la Pmc sale a 23 punti al secondo posto in compagnia di Eretum, Tivoli e Montespaccato.

Ufficio Stampa Pmc

Lascia un commento