Fiumicino ko nel big match, Munaretto non è deluso: “Possiamo ancora gestire il nostro destino”

Dopo cinque vittorie consecutive il Fiumicino è caduto tra le mura amiche

Nel big match di giornata ad imporsi è stato il Cerveteri che con un gol per tempo ha regolato la formazione di Di Ruocco. Nessun dramma, la vetta della classifica è ancora affare dei rossoblù e a mantenere alta la concentrazione e a non far abbassare il morale ci pensa il numero 1 Simone Munaretto:

“Il bello di avere un vantaggio in classifica ti permette di poter gestire il tuo destino e quello degli altri. Potevamo andare a +8, potevamo restare a +5, siamo scesi a +2. Però dopo 12 turni essere primi in classifica non è assolutamente cosa da poco. Anzi, da qui in avanti sono proprio curioso di vedere come andrà il campionato. Le partite si vincono e si perdono attraverso gli episodi che a seconda della prestazione possono volgere a tuo favore o meno. Però quando due bellissime squadre, si equivalgono, sono questi che fanno la differenza.

Il Fiumicino ha sbagliato almeno due gol nel primo tempo e tre nel secondo, abbiamo centrato un traversa, Di Meglio ha sfiorato da 30 metri un eurogol. Insomma, abbiamo avuto tante occasioni, con il Cerveteri che invece nei due finali di frazione ha avuto le sue occasioni trovando il gol. Nella ripresa il raddoppio l’abbiamo subito quando ormai eravamo molto sbilanciati alla ricerca del pareggio. I due gol del Cerveteri sono comunque stati legittimati dalle parate di Molon in diverse occasioni. Una vittoria meritata da parte degli avversari, c’è rammarico per aver fatto una grossa prestazione e non aver raccolto punti. Non bisogna essere più di tanto delusi, ovvio che preferiamo vincere, ma la prestazione come dedizione, corsa e volontà non ha assolutamente demeritato”.

Ufficio Stampa Fiumicino

Lascia un commento