Alma Parioli, il dt Lenzini e la sfida all’Atl. Sabina: “Sarà complicato”. E a dicembre…

Il Direttore Tecnico biancoblù parla della prossima sfida con l’Atletico Sabina e di come sta andando la stagione

La scorsa settimana l’Alma Parioli è tornata alla vittoria e l’ha fatto alla grande, superando per 6-0 tra le mura amiche il Borgo Quinzio. Ora c’è tanta voglia di bissare questo successo, con i biancoblù che saranno impegnati sul campo dell’Atletico Sabina.

Queste le parole del Direttore Tecnico Mario Lenzini che spera si riesca a disputare il match, cosa non scontata viste le condizioni climatiche: “Sta piovendo molto, dunque la partita potrebbe essere a rischio rinvio. Devo essere sincero in settimana abbiamo avuto qualche difficoltà anche dal punto di vista degli allenamenti, perché il meteo è stato veramente sfavorevole. Comunque speriamo che in questi giorni possa migliorare e che domenica si riesca a giocare”.

Questi i pensieri di Lenzini sulla sfida: “Loro sono una squadra che si trova più o meno come noi a livello di classifica. Sono solo due punti sotto, però con una partita in meno che recupereranno il 20. È arrivato il momento secondo me di migliorare il nostro rendimento fuori casa, visto che non conquistiamo punti dalla seconda giornata. Portiamo il massimo rispetto per i nostri avversari, sappiamo che sarà una sfida complicata ma noi daremo tutto per cercare di portare a casa punti”.

Per concludere, il Direttore Tecnico si dice soddisfatto di questa primissima parte di stagione e rivela che la società si sta preparando per intervenire sul mercato con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente quella che è una compagine già forte: “La squadra sta andando bene per essere una neopromossa, rimaniamo sempre umili perché almeno fino a dicembre è difficile fare dei bilanci visto che non si conosce bene il valore di tutte le squadre del campionato. Noi comunque già ci stiamo preparando per intervenire sul mercato, non perché le cose stanno andando male, anzi, ma perché vogliamo alzare ulteriormente il livello della rosa”.

Lascia un commento