Sora, Del Grosso si tiene la prestazione di Gaeta: “Due punti persi, ma abbiamo invertito la rotta”

Il Sora ha trovato le risposte che stava cercando. La trasferta di Gaeta, malgrado l’elevato coefficiente di difficoltà, doveva essere una svolta per i bianconeri, reduci da 2 ko dall’arrivo sulla panchina di Del Grosso. E così è stato, grazie ad un’ottima prestazione che ha impensierito la capolista e mostrato a tutti quanto, al momento, sia bugiarda la classifica di Cardazzi e compagni.

“E’ un Sora costruito per ambire ad altri obiettivi e vuole tirarsi fuori da questa situazione al più presto possibile – le parole di Del Grosso -. Non è ancora troppo tardi per puntare in alto, ma sicuramente dobbiamo guardarci anche alle spalle”.

Per una graduatoria rimasta, di fatto, immutata dopo il 2-2 del Riciniello, malgrado una prima scossa all’ambiente sembra che sia arrivata. “Per il morale è 1 punto guadagnato, ma il campo ha parlato di 2 punti persi – riprende il tecnico -. Perchè avremmo potuto chiudere la partita; siamo stati un pò sfortunati e ci è mancato un pizzico di cattiveria. Siamo venuti qui a giocarcela, come sempre, e devo dire che contro la prima in classifica, squadra molto quadrata e disposta bene, siamo riusciti ad andare in vantaggio, creando quelle occasioni che in settimana speravamo di concretizzare. Ripartiamo dal fatto di aver invertito la rotta, in quanto eravamo reduci da 2 sconfitte. Ai ragazzi posso solo dire di cercare di continuare su questo andamento, perchè la prestazione c’è stata, e proseguendo così i risultati arriveranno da soli”.

Un’ultima menzione è sui tifosi, presenti malgrado le avversità. “Sono venuti sempre e dovunque. Onestamente non mi sarei aspettato così tanta gente perchè oltre a quelle della classifica c’erano le difficoltà legate al maltempo. Ringrazio il pubblico sorano per la vicinanza e l’incitamento durato dal 1′ all’ultimo minuto. Con il loro supporto ci auguriamo di tirarci fuori dalle sabbie mobili”.

Lascia un commento