Roma VIII, Sanna gol in trenta secondi: “La voglia è quella che mi ha spinto”

Tre punti pesanti per gli uomini di Fiaschetti per cominciare alla grande

La Prima categoria della Roma VIII ha esordito in campionato con uno squillante successo per 5-2 contro il Time Sport Roma Garbatella, ma la gara non è stata per nulla semplice. Dopo un buon inizio caratterizzato da una sfortunata traversa di Porcarelli, la Roma VIII è passata in vantaggio con Antunes (dopo un angolo battuto rapidamente da Cusanno) e poi nel giro di pochi minuti ha raddoppiato con una punizione di Cusanno e triplicato con un’azione in ripartenza conclusa da Porcarelli.

Prima dell’intervallo il gol del 3-1 ospite ha rimesso la sfida in discussione, poi nel secondo tempo è arrivato il 3-2 su rigore e a quel punto la Roma VIII (priva degli squalificati Ciferri e Patrizi, dei gravi infortunati Gespi e Scimia che praticamente hanno già chiuso la stagione e di quelli “più leggeri” Conte e Riccardi, presenti in panchina ma solo per “onor di firma”) ha avuto un colpo di coda importante allungando in maniera definitiva col neo entrato Sanna (a bersaglio di testa dopo appena trenta secondi dall’ingresso in campo) e ancora con Cusanno.

“Avevo una grande voglia di tornare in campo dopo un periodo di inattività ed è stata quella ad aiutarmi a far subito gol” sorride proprio Emanuele Sanna, attaccante classe 1985 che ha vestito in passato anche le prestigiose maglie di Genoa e Torino. “Comunque devo fare i complimenti alla squadra che ha sfoderato una grossa prestazione – prosegue la punta – Abbiamo sofferto un po’ nel secondo tempo, forse per via del caldo o forse per la stanchezza dovuta ai carichi della preparazione. Chiaramente ci sono delle cose da aggiustare, ma avevamo voglia di partire col piede giusto. Abbiamo un bel gruppo e un organico importante, dobbiamo solo rigare dritto e lavorare”.

La curiosità riguarda una “scommessa” che Sanna ha fatto con il patron Valerio Virzi: “Mi ha detto che scatterà un premio qualora raggiungessi i 15 gol stagionali – sorride l’esperto attaccante – Abbiamo iniziato con un gol e pure con un palo, se dovessi arrivare a 14 spero che non chieda al mister di lasciarmi fuori fino alla fine del campionato”.

Lascia un commento