Vigor Acquapendente, altra botta. Nel dopo Tolfa il ds Alberelli e mister De Paolis contro l’arbitraggio

Il Tolfa affonda il coltello nella crisi classifica Vigor Acquapendente

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE – ASD TOLFA CALCIO 1-2

(PRIMO TEMPO 0 – 1)

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Nencione, Strimbeanu (9° st Bedini), Chiavarino, Gimmelli, Bellacima, Colonnelli, Serafini (32° st Renzi), Simone Broccatelli (17° st Alessandro Finocchi), Provinciali, Zhar, Fanelli

A DISPOSIZIONE: Patisso, Valerio Filoni, Francesco Finocchi, Andrea Filoni, Marco Broccatelli

ALLENATORE: De Paolis

ASD TOLFA CALCIO: Gailmberti, Urbani, Marconi, Mecucci, Galli, Cascianelli, Mojoli, Stefanini (36° st Maccarini), Trincia (35° st Morasca), Superchi, Fanari (49° st Matriciardi)

A DISPOSIZIONE: Desini, Speroni, Vassalli, Morasca, Mariani, Milici

ALLENATORE: Pacenza

ARBITRO: Luca Giovarruscio di Roma I coadiuvato da Eleonora Negro di Roma I e Emiliano Caretti di Roma I

MARCATORI: 22° pt Trincia (ATC), 21° st Provinciali (PVA), 25° st Mojoli (ATC)

NOTE: Espulso al 26° st Gimmelli (PVA) per doppio giallo. Ammoniti 4° st Superchi (ATC), 35° st Urbani (ATC)

Vantaggio tolfetano con Trincia al 22° del primo tempo che anestetizza nella migliore maniera l’amarezza di sette minuti prima (rigore neutralizzato magistralmente da Nencione). Parte da un sontuoso lancio di Colonnelli il pareggio Vigor al 21° del secondo tempo.

Bomber Provinciali è astuto quanto delicato nel tocco di pallonetto che uccella Galimberti. Quattro minuti dopo Mojoli fa impazzire di gioia la truppa di Pacenza. Gira sempre più vorticosamente con il passare dei minuti la giostra occasioni da entrambi le parti. Le occasioni di Fanelli, Provinciali, Colonnelli e Bedini cristallizzano il fatto che anche in inferiorità numerica la Vigor ha dato tutto quello che attualmente può dare.

Le ripartenze Tolfa non mancano grazie anche e soprattutto alla visione di gioco di Trincia. Mecucci, Stefanini, Superchi, Mojoli, trovano un Nencione insuperabile oltre ogni limite. Condizione fisica precaria compresa per uno stiramento a fine prima frazione.

IL DOPOPARTITA

Facce deluse e sconfortate in casa aquesiana. Come quelle di chi trova difficoltà a convivere da subito con qualcosa di impronosticabile almeno alla vigilia: “Non abbiamo giocato sicuramente bene il primo tempo”, sottolinea il Direttore Generale Stefano Alberelli. “E questo sarà sicuramente materia di discussione con lo staff tecnico alla ripresa degli allenamenti. Solare comunque l fatto che la terna arbitrale si è mostrata indecorosa. Non ci sono stati assegnati due rigori con falli avversari molto chiari. Inesistenti tanto il rigore assegnato e poi sbagliato dal Tolfa come il doppio giallo a Gimmelli. Già negli anni passati in momenti topici della stagione sono avvenute queste situazioni. E come Società avevamo ribadito e ribadiamo oggi che è difficile fare calcio in queste situazioni. Perché questo non è calcio ma è tutt’altra cosa”.

Alla prima sconfitta De Paolis non si nasconde ma ci mette la faccia. E le parole di chi già pensa a quale soluzioni trovare per uscire dal tunnel: “Partita molto combattuta e più difficile a sbrigarla con linearità di come si poteva prevedere alla vigilia. Decisivi gli episodi. Come inesistente tanto il rigore assegnato al Tolfa e respinto da Nencione quanto la decisione di trasformare in regolare situazioni ampiamente fallose in area tolfetana. Servirà spiccato senso di maturità per superare questa brutta botta. Con minimo comun denominatore a tutti livelli serietà, professionalità e tanto, tantissimo lavoro”.

Giordano Sugaroni

Foto – Ludovica Mojoli

Lascia un commento