Viterbese indomabile, Catanzaro ribaltato

CARATTERE VITERBESE, CINICA E BRAVA ANCHE A SOFFRIRE. FERMATA LA MARCIA DELLA EX CAPOLISTA CATANZARO

La Viterbese che non ti aspetti, forse. La Viterbese che invece tutto l’ambiente gialloblu si aspettava ha risposto presente alle sollecitazioni di Giovanni Lopez dalla tribuna (e di Antonio Niccolai dalla panchina) che ha sofferto per novanta e passa minuti ed ha gioito, insieme a tutto il gruppo, al triplice fischio di Colombo per un successo che molti ritenevano impossibile (anche alcuni gufi ben noti lo avevano detto alla vigilia) e che invece è arrivato, bello e netto checche se ne voglia dire, grazie a due gol, splendidi, il secondo forse più del primo, che portano la firma di due ragazzi arrivati in piena estate dal Frosinone, Volpe ed Errico.

Nulla da dire, il Catanzaro è squadra di ottima levatura, forse di categoria superiore. Ha cercato di fare la partita, sovente ha chiuso gli avversari nella loro metà campo. Però a realizzare due gol nel giro di poco più di mezz’ora è stata la Viterbese, cinica e brava a sfruttare due ripartenze velenose ed il 2-0 del riposo ha dato forza ai gialloblu e forse ha anche un po’ depresso i giallorossi ospiti che a Viterbo non riescono a vincere. Sono rientrati in campo, i calabresi, con una marcia in più, tanto che dopo settanta secondi hanno riaperto la partita con un tiro da biliardo di De Risio sul quale nulla ha potuto il bravo Vitali. I tifosi gialloblu hanno tremato ed hanno temuto; un po’ di gambe molli anche in campo, ma è durata poco e la Viterbese ha ripreso la sua marcia, è tornata a fare il suo attendendo e ripartendo, grazie anche alle forze fresche che Niccolai ha mandato in campo nel corso della ripresa.

Così si può dire che la ripresa è stata meno vivace della prima frazione di gioco, ma certo non si può disquisire sulla legittimità del successo dei padroni di casa. Che dopo aver fermato il Bari hanno bloccato anche la marcia del Catanzaro, un’altra grande che arrivava al Rocchi ostentando un primato in classifica che sembrava dovesse metterla al sicuro da ogni sorpresa.

Calcioviterbese

Lascia un commento