Roma all’Olimpico, Lazio in Romania. Comincia il viaggio in Europa delle capitoline

Roma e Lazio, ecco dove vedere in tv le gare di Europa League

Archiviate le prime tre giornate di campionato e il primo derby stagionale, Roma e Lazio si tuffano nell’Europa League, il torneo continentale cadetto che vede le due formazioni della Capitale tra le più quotate al nastro di partenza. Per i giallorossi di Paulo Fonseca l’esordio sarà allo stadio Olimpico contro i turchi dell’Instanbul Basaksehir mentre gli uomini di Simone Inzaghi voleranno in Romania per affrontare il Cluj.

Dopo un inizio tra alti e bassi in Serie A, Roma e Lazio faranno dunque il loro esordio anche in Europa League, in un torneo lungo e difficile che metterà a dura prova la tenuta fisica dei giocatori dei due club capitolini. Come nell’ultima stagione, si giocherà sempre di giovedì e sarà possibile seguire i match di giallorossi e biancocelesti in tv su Sky e (in chiaro) su TV8 mentre sul web saranno decine i portali che offriranno aggiornamenti in tempo reale di tutte le gare della giornata.

La Roma arriva all’importante appuntamento contro i turchi dell’ex Inter Okan Buruk reduce dalla positiva prestazione rimediata contro il Sassuolo (vittoria per 4-2). I turchi, che non hanno mai giocato contro una italiana in Europa, hanno totalizzato solo quattro punti nelle prime quattro uscite di campionato, collezionando due sconfitte, un pareggio e una vittoria. La formazione di Istanbul lo scorso campionato è arrivata seconda dietro il Galatasaray campione. Sarà una gara dal sapore particolare soprattutto per il turco-romano Cengiz Under che proprio con la casacca dell’Istanbul Basaksehir si era fatto notare nel 2017 (segnando sette gol in trenta partite) prima del grande salto in Serie A.

La Lazio, come detto, giocherà sul campo del Cluj che in Romania guida la classifica dopo nove giornate. I biancocelesti dovranno ripartire dalla bruciante sconfitta rimediata nel weekend a Ferrara contro la Spal. Il club rumeno aveva cominciato la stagione nel modo migliore superando i primi due turni nelle eliminatorie di Champions League; poi lo spareggio finale contro lo Slavia Praga (inserito nello stesso girone dell’Inter), la sconfitta e la “retrocessione” in Europa League. Anche se in campo continentale, a dispetto del trend positivo nel massimo campionato di Romania, il Cluj non ha mai raccolto risultati sorprendenti, per la Lazio la sfida contro la formazione allenata da Dan Petrescu si presenta già come uno snodo cruciale per la stagione biancoceleste. A maggior ragione che davanti al pubblico amico, il Cluj è reduce da ben quattro vittorie di fila.

Nell’altra sfida del Gruppo E della Lazio, i francesi del Rennes ospitano invece gli scozzesi del Glasgow mentre le altre due avversarie della roma nel Gruppo J, BorussiaMonchengladbach e Wolfsberger, saranno di scena in Germania.

Lazio e Roma si sono dette fiduciose sulle possibilità di potersi giocare fino in fondo la competizione. Le due squadre sono state strutturate con qualità e mezzi tali da poter raggiungere la fase finale del torneo. Se Inzaghi, nonostante qualche piccolo intoppo in campionato, da anni ormai ha impostato un certo tipo di lavoro con i suoi, inserendo di stagione in stagione un nuovo componente della rosa, la Roma, che ha tenuto Dzeko in estate, anche quest’anno ha rivoluzionato in parte la propria squadra, a partire dall’allenatore.

L’avvio dell’esperienza di Fonseca sulla panchina giallorossa tutto sommato si sta rivelando fruttuosa. Anche una bandiera come l’ex capitano della Roma Francesco Totti (che appese le scarpe al chiodo sta studiando per diventare procuratore) ha promosso la nuova Roma, addirittura annoverandola tra le prime quattro forze della Serie A.

Nella settimana del ritorno delle italiane nelle due coppe europee ci si prepara dunque ad affrontare una tre giorni senza sosta. Settembre sarà un mese caldissimo per tutti, non solo per chi è rimasto al mare in vacanza: saranno ben sei gli impegni previsti nel mese per i club italiani che oltre alla Serie A dovranno scendere in campo anche a livello europeo. Con buona pace dei tifosi che non vedono l’ora di dare supporto ai propri beniamini.

Lascia un commento