Serie D, Girone G – Ladispoli, Zeoli sprona i suoi: “Avvio timoroso, crediamo di più nelle nostre qualità!”

Una sconfitta che lascia un po’ l’amaro in bocca quella subita ieri pomeriggio da un Ladispoli a due facce. Brutto e quasi inerme di fronte alla strapotere del Trastevere nel primo tempo, orgoglioso e determinato nella ripresa tanto a accorciare due volte lo svantaggio. Esordio assoluto in serie D per il tecnico Michele Zeoli che ha commentato così il debutto in campionato dopo il match perso ai rigori in coppa con la Flaminia: “Di fronte avevamo una squadra con signori giocatori ma siamo partiti molto timorosi. L’avevamo preparata in un certo modo ma non siamo riusciti ad applicare certe soluzioni. Quei tre gol avrebbero ammazzato chiunque ed invece siamo stati bravi a reagire. Questo ci deve far capire di poter credere di più nelle nostre qualità e saper difendere anche la sconfitta senza crollare come sarebbe potuto capitare sullo 0-3 di fine primo tempo”.

Nel frattempo ha riscosso grande successo la presentazione ufficiale dell’Us Ladispoli tenutasi nella piazza centrale della città gremita da tanti tifosi. Un grande evento ha tenuto a battesimo la presentazione degli staff tecnici e delle rose dei roaster del Settore Giovanile e delle prime squadre (considerata anche la grande new entry di quest’anno, rappresentata dalla formazione femminile, che prenderà parte al prossimo campionato di Eccellenza) che parteciperanno ai rispettivi campionati di pertinenza, nella stagione agonistica 2019-2020. La serata, alla quale la cittadinanza ha risposto in maniera piuttosto importante, gremendo la piazza in ogni ordine di posto, è stata accompagnata da tanta musica, ha visto la partecipazione delle istituzioni cittadine (con a capo il Sindaco Grando, che ha fatto gli onori di casa, facendo un grosso in bocca al lupo ai ragazzi rossoblù) ma anche del “mister della gente di Amatrice”, ovvero Sergio Pirozzi, più volte avversario in campo del Ladispoli ed oggi impegnato in Consiglio Regionale. La manifestazione si è chiusa, infine, con la comicità di Marco Capretti, artista reduce dalle fatiche del programma televisivo “Made in Sud”, che ha intrattenuto il pubblico presente con aneddoti di vita quotidiana.

Ufficio Stampa Us Ladispoli 

Lascia un commento