LAZIALI D’ESPORTAZIONE Lega Pro – Pordenone, Berrettoni e l’addio al calcio: “Mia decisione, ora comincia un nuovo capitolo dietro la scrivania”

Sono tanti i ragazzi della nostra regione sparsi per l’Italia e all’estero. Laziali d’esportazione, rubrica di Lazioingol.it, punta a riavvicinarli idealmente a casa, indagando circa le nuove abitudini, i nuovi usi e costumi. Il nuovo modo d’intendere e di vedere il football, lontano dal rassicurante focolare domestico.

Emanuele Berrettoni saluta il calcio giocato e lo fa alzando al cielo la Supercoppa di Serie C. L’attaccante del Pordenone, schierato titolare da Tesser nella decisiva gara contro la Juve Stabia, si è preso la meritata ovazione del proprio pubblico al momento della sostituzione a metà ripresa: “Quando giochi per trent’anni è difficile decidere di smettere. In quel campo verde ci lasci tutto, ma credo sia arrivato il momento di farlo e sono contento di chiudere adesso. Nessuno mi ha costretto a smettere, la decisione è mia. Fisicamente sto bene e sono orgoglioso di far parte di un pezzo di storia di questa società e questa città”.

L’attaccante, pronto a restare in neroverde con un ruolo da dirigente, passa ai ringraziamenti: “Il calcio è la mia vita, è bello scendere in campo e cercare di far felici i tifosi. Ho realizzato un sogno di molti bambini, facendo molti sacrifici. Anche se non sembra, questo è un lavoro che può logorare ma per fortuna ho vicino delle persone incredibili. Ora per me inizia un nuovo capitolo, dietro la scrivania. Dovrò imparare come si fa ma non vedo l’ora”.

Lascia un commento