Lega Pro, Girone C – Voglia di fare, grande Viterbese a Caserta. I contributi di mister Calabro, Coda e del match-winner Mignanelli

Gara ricca di rigori, di gol e di emozioni quella vinta dalla Viterbese sul campo della Casertana. Un 3-4 dal valore altissimo per la classifica e per il morale dei gialloblu che all’intervallo erano già sull’1-3 (due rigori trasformati da Pacilli e gol allo scadere del bulgaro Tsonev per gli ospiti, rete del momentaneo 1-1 di Meola) e pregustavano forse una vera e propria goleada. Nella ripresa, la Viterbese si è forse un po’ cullata sugli allori, magari pensando già alla gara di mercoledì prossimo a Francavilla, ed alla Casertana non èp sembrato vero di trovare un avversario un po’ disincantato per provare a recuperare il recuperabile. Così, nella seconda frazione di gioco, i campani si sono prima portati sul 2-3 (rigore trasformato da bomber Castaldo al 54′) e quindi sul risultato di parità (3-3) con Zito bravo a trasformare un assist di Cigliano. A quel punto qualcuno ha tremato, i gialloblu si sono guardati in faccia e sono tornati a pungere. All’86’ Mignanelli, particolarmente intraprendente nel secondi tempo, ruba palla, lascia sul posto un avversario e si presenta a tu per tu con il portiere avversario battendolo con un velenoso rasoterra. (Calcioviterbese)

DANIELE MIGNANELLI, ESTERNO VITERBESE (intervista presa interamente da “Diretta Sport Viterbo”)

“Abbiamo preso il 3-3 un po’ male, ma c’è stata la forza di tornare ad attaccare. Dove vuole arrivare la Viterbese? Pensiamo solamente partita per partita, dobbiamo continuare a fare così. A chi dedico il gol? La mia ragazza!”.

ANDREA CODA, DIFENSORE VITERBESE (intervista presa interamente da “Diretta Sport Viterbo”)

“Ci tenevamo a far bene. Vedendo partite da recuperare e calendario questi tre punti sono importanti. Nel secondo tempo ci hanno messo in difficoltà. Senza il rigore subito, non credo questa partita sarebbe stata in bilico fino all’ultimo. Questa vittoria è frutto della voglia di fare, di vincere e di non mollare”.

ANTONIO CALABRO, ALLENATORE VITERBESE (intervista presa interamente da “Diretta Sport Viterbo”)

“Questa è una grande prestazione, macchiata solamente dal vantaggio perso sul 1-3. Siamo stati bravi a mettere alle spalle la vittoria di Pisa e concentrarsi solamente alla partita di oggi. La Casertana è una squadra forte, quinta in classifica e non facile da affrontare. Palermo? Ha un problema al ginocchio che deve essere testato quotidianamente. Sini? Valuteremo le sue condizioni. Il Virtus Francavilla? E’ una squadra forte che merita la propria posizione odierna. Sarà una partita con un avversario da non sottovalutare”.

 

Lascia un commento