Serie D, Girone G – Aprilia Racing, Corvia-Oliveira gol inutili: il Trastevere ne segna 3

APRILIA RACING CLUB 2
TRASTEVERE 3

APRILIA RACING CLUB (4-2-3-1):Saglietti , Sossai , Rosania(Corvia6?st.), Patti M., Bosi, Olivera, De Sousa(Vasco 31’st.),Telloni,La Penna(Putti 42’st.) Battisi , Luciani. PANCHINA: Manasse, Oriano, Vespa, , Montella, Manca, Murasso . All. Vincenzo Feola.

TRASTEVERE (4-3-3): Caruso,Barbarossa,Calisto(Scaglietta 41’st.), Lucchese, Sfanò, Locci , Sannipoli, (Cococcia36’st.),Capodaglio (Panico23’st.),Tajarol (Cardillo 14’st.),Ricucci, Lo Russo. PANCHINA: Torchio , Donati, Vendetti, Ilari, La Rosa. All.Fabrizio Perrotti.

ARBITRO: Virgilio di Trapani.

ASSISTENTI: Mangoni di Pistoia, Camoni di Pistoia.

MARCATORI: Sfanò(T) 10’pt., Locci (T) 35′ pt. , Tajarol (T) 3′ st. , Corvia (A.R.) 9′ st., Olivera(A.R.) 46’st . .

NOTE: rec 1’pt. , 6’st..

 

Allo stadio Quinto Ricci di Aprilia al termine dell’incontro decretato con triplice fischio del Direttore di gara Virgilio di Trapani, a gioire e la formazione romana del Trastevere di Fabrizio Perrotti, dopo una gara tirata e combattuta riesce a portare via dal rettangolo di gioco a denti stretti un prezioso risultato, che la proietta nella zona alta della classifica, con il risultato di 3 – 2 riesce a battere l’Aprilia. Gara tutta in discesa nei primi 45′ per la formazione capitolina passata in vantaggio con la rete di sinistro di Sfanò, grazie a un corner battuto da Capodaglio in area affollata, palla per il compagno Ricucci con un leggero tocco smorzato da un difensore la palla termina nei piedi di Sfanò, astuto nell’occasione, di sinistro batte il giovane portiere Saglietti, le rondinelle con un inizio di gara poco brillante, subito il colpo si rendono minacciosi con le conclusioni a rete di Bosi e La Penna ,il Trastevere dopo la mezzora raddoppia con Locci al 35′ di testa mette la palla in rete ,su un cross diretto in area di Lorusso. Sotto di due reti l’Aprilia cerca di accorciare le distanze, le manovre non sempre limpide ed efficaci non le permette di esprimersi al meglio, impacciata e disordinata, le giocate più elementari diventano poi così difficili, passaggi e assist sono alla propria portata della formazione guidata dal tecnico Perrotti abile a giocare su tutte le palle in anticipo, un primo tempo sotto tono dell’Aprilia, che ha favorito gli ospiti, pur mostrando i muscoli con ottime giocate,che ha pure inciso il risultato dei primi 45′.Nella ripresa accade di tutto,l’Aprilia dopo aver subito il terzo gol in pochi giri d’orologio al 3′ ,ad opera di Tajarol abile a raccogliere una corta respinta di Saglietti su un tiro di Lorusso,accorcia le distanze pochi minuti dopo con Corvia, proprio il gol trasforma l’incontro,e le rondinelle ,con un gioco di squadra imprevedibile e sorprendente si spingono in avanti, alla ricerca di un secondo gol che potrebbe riaprire l’incontro, infatti al 32′ l’Aprilia vicino al secondo gol, Sossai con un colpo di testa su un cross in area di Olivera coglie il palo, finale di gara concitato, le due squadre stanche, si allungano, in pieno recupero ,sulle ripartenze da una area all’altra l’Aprilia accorcia le distanze grazie alla concessione di un calcio di punizione, ben trasformato da Olivera che riapre l’incontro solo per quei pochi minuti rimasti, frenetici per la formazione di Feola, proiettata tutta in avanti con l’incitamento e partecipazione del pubblico reclama un calcio di rigore per un atterramento in area di Bosi, il Direttore con un gesto inconsueto, da valutare le proprie interpretazioni, sembra che indichi la concessione del calcio di rigore, un attimo, pochi centesimi di secondi di esitazione e lascia proseguire, veementi le proteste della panchina e del pubblico. La gara si chiude con il risultato di 3 – 2 per la formazione di Perrotti ,dopo un buon primo tempo ben giocato su ogni aspetto, molto meno nei secondi 45′, è riuscito ha chiudere, in leggero affanno l’incontro, tre punti importanti per la classifica, Trastevere che rimane ad inseguire sulla scia del Lanusei.

Calcio Pometino
FOTOCannata

Lascia un commento