Promozione, Girone C – Vis Sezze, trionfo dell’ultimo secondo. Il matchwinner Sampaolo e Micheli: “Avevamo voglia di vincere, ci abbiamo creduto”

É stata semplicemente una partita pazzesca. Sul campo sintetico “Fuso Arnaldo” di Ciampino, i ragazzi di mister Catanzani hanno affrontato i padroni di casa del Fonte Meravigliosa, in una mattina surriscaldata da un sole primaverile. La Vis, chiamata alla terza partita in sette giorni, schiera Micheli tra i pali, Drogheo e Dell’Aguzzo esterni, con Bucciarelli e Caschera – chiamato a sostituire lo squalificato Formato – centrali; i restanti sei undicesimi sono gli stessi schierati anche contro l’Atletico Torrenova, ossia Dall’Armi, Piccaro e Tomei in cabina di regia, mentre in attacco Carlini e G. Antonucci affiancano Fiorini. Il Fonte Meravigliosa é squadra tonica, agguerrita e può contare su alcuni elementi di gran caratura, soprattutto dal centrocampo in su. Difatti, pronti, via e i romani passano in vantaggio dopo soli due minuti grazie a un piattone sotto porta di Manganaro, che finalizza un’azione ben costruita dai suoi, ma facilitata da un fatale appannamento della difesa rossoblù. La Vis é scossa e capisce che per portare il risultato a casa, ci sarà bisogno di una prestazione sopra le righe. Le due formazioni si fronteggiano a viso aperto: i padroni di casa sfruttano la verve di Ramundo e Pisapia, che sembrano tarantolati; la Vis gioca seguendo l’istinto e la forza del gruppo, e dopo un quarto d’ora di assestamento, lo spessore tecnico dei setini consegna loro il pallino del gioco, mentre il Fonte Meravigliosa preferisce giocare in velocità e in contropiede.
Al 20′ pt Micheli sfodera i guantoni da supereroe e si esalta in un doppio intervento, prima su Ramundo, poi su Manganaro.
Poi é la volta di Dell’Aguzzo, che disegna un cross perfetto per la testa di Fiorini, che non riesce a impattare con la sfera per un paio di millimetri. La Vis tenta in tutti i modi di pareggiare i conti: alla mezz’ora di gioco é Dall’Armi che sfiora l’incrocio direttamente da calcio di punizione. E il gol del pareggio arriva al 36′ pt, grazie a un provvidenziale e sospirato colpo di testa di Tomei, che insacca da due passi.
Ma, proprio quando il primo tempo pareva concludersi senza ulteriori sorprese, ecco che Fonte Meravigliosa – Vis Sezze si trasforma in un duello epilettico: al 42′ pt Dell’Aguzzo, locomotiva senza freni dei setini, spinge di testa con impeto il pallone in gol e ribalta il risultato, ma appena due minuti dopo i padroni di casa agguantano il pareggio, grazie a Ferranti, il più lesto di tutti a punzecchiare il pallone nel mezzo di una mischia davvero caotica. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 2-2: risultato che sottolinea l’equilibrio tra due formazioni dinamiche e intenzionate a portare a casa un risultato positivo, senza risparmiarsi.

La ripresa si riaccende, così come il finale dei primi quarantacinque minuti di gioco: al 6’ st Carlini serpeggia tra i difensori avversari e viene atterrato in area; il direttore di gara assegna il rigore e G. Antonucci non sbaglia. Ma passano meno di due minuti e i padroni di casa riacciuffano nuovamente il pareggio, sempre con Ferranti, ancora straordinario nel risolvere una situazione nata da una mischia in area, su calcio d’angolo. É 3-3 e le emozioni non sono di certo finite qua… La Vis stavolta sembra temere maggiormente le imprevedibili sfuriate del Fonte Meravigliosa e gran merito del successo odierno rossoblù va riconosciuto a Micheli, che al 16’ e al 17’ st salva i suoi con due parate sbalorditive, prima su un tiro da fuori area di Pisapia, poi nullificando un colpo di testa ravvicinato di Raimundo. Ma al 21’ st la Vis torna in vantaggio con un gol e un marcatore che non t’aspetti: Caschera si piazza in area di rigore e sfrutta una palla alzata quasi come un cross, fiondandola in rete con una mezza rovesciata fantascientifica. Quarto gol della Vis da occhi lucidi. Eppure il destino ha in serbo ancora qualche colpo segreto, a cominciare dal nuovo, quasi grottesco pareggio che il Fonte Meravigliosa agguanta solo due minuti dopo: stavolta il signor Chirnoaga di Tivoli assegna un calcio di rigore per i padroni di casa, che viene trasformato da Pisapia. É 4-4, incredibile, ma vero. Dopo aver ristabilito un nuovo equilibrio, il Fonte Meravigliosa si compatta ulteriormente, impensierito dalla rabbia dei leoni rossoblù, traditi da un susseguirsi di episodi che sembrano aver stregato il match.
Con l’orgoglio di chi non accetta di vedere sciupato un successo più volte perduto per strada, i ragazzi di Catanzani scuotono gli avversari prima con Bucciarelli, che ci prova direttamente su punizione al 30’ st, e poi con Fiorini, cinque minuti dopo, autore di una velenosa conclusione, che Giorgi respinge con sicurezza. Indomiti, i rossoblù attaccano a testa bassa: al 46’ st Sampaolo fa sobbalzare i tifosi della Vis, quando colpisce di testa un ottimo cross di Fiorini, senza centrare la porta. Infine, é lo stesso numero venti a squarciare la tensione e il silenzio degli ultimi attimi di vita del match, schiacciando la sfera in rete: una scudisciata con la fronte, uno schiaffo a una trasferta complicata, trasformata in un’impresa senza precedenti per la squadra di Catanzani. La Vis gela il “Fuso Arnaldo” di Ciampino e vince per 5-4, salendo a quota 35 punti, seconda, in solitaria, a solo una lunghezza di distanza dalla capolista Fiumicino 1926, corsara sul campo de La Rustica; sconfitta pesante, invece, per la Luiss, battuta in casa per 3-1 dall’Atletico Morena. Quella di oggi é stata un’odissea. Alla fine ha vinto chi ci ha creduto di più. Come sempre.
__________

Fonte Meravigliosa – Vis Sezze 4-5

Fonte Meravigliosa (4-3-3): Giorgi, Carolini, Cardarelli, Busti, Clementi (25’ st Ubaldini), Ferranti, Zuffardi, Pisapia, Ramundo (44’ st Di Mario), D’Agostino, Manganaro (25’ st Merli). A disp.: Bianchi, Curtilli, Smilacci, Ragnoli, Dellaporta, Boccalini. All: L. Domenici.

Vis Sezze (4-3-3): Micheli, Caschera, Drogheo, Bucciarelli, Dell’Aguzzo, Dall’Armi (33’ st Rosella), Tomei, Piccaro, Carlini (19’ st Sampaolo), Fiorini (45’ st Marchionne), G. Antonucci. A disp.: Paccarié, Ceci, Severa, Martelletta, Compagno, Baicu. All. F. Catanzani.

Arbitro: Chirnoaga (Tivoli); (Iacopino di Albano Laziale e Messina di Cassino)

Reti: 2’ pt Manganaro (FM), 36’ pt Tomei (VS), 42’ pt Dell’Aguzzo (VS), 44’ pt e 8’ st Ferranti (FM), 6’ st G. Antonucci [rig.] (VS), 21’ st Caschera (VS), 24’ st Pisapia [rig.] (FM), 49’ st Sampaolo (VS)

Ammoniti: 31’ pt Tomei (VS), 8’ st Fiorini (VS), 10’ st Ferranti (FM), 18’ st Bucciarelli (VS)

Recupero: 1’ pt, 5’ st

 

MANUEL MICHELI: «Dopo una partita e una vittoria del genere trovare le parole è davvero difficile. Quella di oggi é stato sicuramente un trionfo del gruppo. Non abbiamo mai mollato, fino all’ultimo secondo. Ci credevamo, e abbiamo dato fondo a tutte le nostre energie fisiche e mentali per conquistare la vittoria. Peccato per i troppi gol subiti, ma l’importante era vincere e per fortuna ci siamo fatti questo bel regalo di Natale»

IVAN SAMPAOLO: «Quella di oggi é stata una partita strana, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Forse noi non abbiamo approcciato nel migliore dei modi, andando subito sotto, ma la nostra reazione é arrivata subito. Abbiamo alzato un po’ il ritmo e l’abbiamo ripresa con l’orgoglio. Il secondo tempo é stato sicuramente altalenante: abbiamo commesso degli errori, ma siamo un gruppo che non molla mai e ci abbiamo creduto di più di loro e, difatti, il mio gol è solo frutto della voglia di vincere di tutta la squadra e quindi la mia dedica è per i miei compagni. Colgo l’occasione per fare gli auguri di buone feste a tutti i tifosi e gli addetti ai lavori della Vis. Buon Natale e forza Vis!»

Area Comunicazione Vis Sezze

Lascia un commento