Prima Categoria, Girone H – Podgora torna con i piedi per terra. Tosti: “A Gaeta più giusto il pari, ora pensiamo al Montenero”

Rammarico e rabbia per una sconfitta evitabilissima. “Una sconfitta amara – queste le prime parole di Pino Tosti – il giorno dopo. E’ stata la classica partita da zero a zero, la potevamo giocare fino al giorno dopo. Poi l’arbitro ha assegnato un rigore molto generoso. A noi quando giochiamo in casa non ce lì danno nelle stesse situazioni. Poi abbiamo avanzato il baricentro, ho cambiato la tattica, poi un errore di Magarre e in  contropiede a cinque minuti dalla fine abbiamo preso il due a zero. Comunque è una sconfitta che non cancella tutto quello che di buono abbiamo fatto finora. Ho detto ai ragazzi che bisogna stare sempre con i piedi per terra, forse qualcuno ha fatto dei voli pindarici che sono stati negativi”.

Adesso la rosa è completa, con ben otto arrivi. “Si, però più di qualcuno non è ancora in condizione, saranno pronti dopo il richiamo di preparazione che faremo durante la sosta. Adesso dobbiamo pensare allo scontro diretto in programma domenica contro il Montenero. Lì ci giocheremo tanto del nostro futuro. Chiudere questa prima parte della stagione con questa vittoria sarebbe importante per lavorare durante la sosta. Il campionato è duro, ha ragione il collega Delle Donne che adesso tutte le squadre hanno la loro organizzazione, anche quelle di medio bassa classifica, bisogna rimanere sempre sul pezzo, perchè con due o tre sconfitte consecutive ritorni nella zona dell’inferno. Nel calcio non c’è mai nulla di scritto, quando pensi che tutto va bene, poi si scivola sulla classica buccia di banana. A Gaeta abbiamo pagato di più di quello fatto vedere sul campo. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, adesso dobbiamo pensare solo al Montenero. Una squadra attrezzata per fare bene fino alla fine”.

Paolo Annunziata – Tuttocalciopontino.com

Lascia un commento