Lega Pro, Girone C – Rieti sconfitto dal Rende, mister Chéu e Gondo recriminano: “Rimangono i dubbi, meritiamo più rispetto”

La sconfitta di Rende non va giù al tecnico Reatino Chéu. Contro una squadra forte come quella calabrese il Rieti ha giocato alla pari e meritava ampiamente il pareggio che non è arrivato per alcune decisioni arbitrali discutibili. “Voglio solo dire che questa squadra merita più rispetto – spiega Chéu -. Per quanto mostrato in campo la sconfitta è immeritata, siamo andati in campo dopo pochi giorni per recuperare e con un lungo viaggio alle spalle eppure abbiamo fatto la partita. Questi ragazzi hanno fatto una grande partita e giocato un calcio molto positivo, le cose che possiamo controllare le mettiamo in campo, ma le decisioni dell’arbitro, che fa parte della partita non possiamo controllarle. Parlo sempre con molto rispetto del direttore di gara, ma basti pensare che dei cinque minuti di recupero si è giocato pochissimo. Per trovare un pallone sul finire della partita è stato impossibile eppure dopo 5 minuti esatti la gara è terminata. Per questo chiedo rispetto per questa squadra, ancora un rigore contro che ha fatto la differenza sul risultato pur non essendo così palese e nessun fischio per noi in occasioni molto dubbie. Comunque la squadra sta facendo un grande calcio, dopo aver messo in difficoltà la prima della classe è venuta qui a fare la partita contro la seconda in classifica. Ora con umiltà si torna a lavoro, dopo il viaggio di ritorno che ci riporterà a Rieti alle 7, torneremo ad allenarci e a preparare la prossima sfida contro il Bisceglie. E’ il momento di dare valore a questi ragazzi perché fanno il meglio possibile, pur essendo molto giovani, perché lavorano e mostrano sul campo tutto quello che valgono. I giocatori quando siamo rimasti in superiorità hanno provato in tutti i modi a cercare il gol, creando molto, ed è un peccato perché credo che la sconfitta sia davvero immeritata” conclude mister Chéu.

Le parole di Cedric Gondo autore di una rete spettacolare quanto purtroppo inutile. “Partita dura perché loro sono una buona squadra. Potevamo fare meglio sfruttando le occasioni che abbiamo avuto. Loro con due occasioni per me molto dubbie hanno vinto la partita. Sono felice per il gol sicuramente, ma allo stesso tempo so che non è servito ad aiutare la squadra. Peccato” conclude Gondo.

Corrieredirieti.corr.it

Lascia un commento