Promozione, Girone D L’OPINIONE DI – Il doppio ex Mugione fa le carte al derby Sp. Vodice-Aurora Vodice: “Sarà grande spettacolo”

A cinque giorni dal derby tra Aurora Vodice Sabaudia e Sporting Vodice, in scena domenica prossima al Fabiani di Sabaudia alle 15:30, abbiamo raggiunto e intervistato Rocco Mugione, il trequartista partenopeo con un passato di tutto rispetto nei professionisti e stimato ex di entrambe le squadre.

Ecco a voi le parole di Rocco in vista del derby:

Prima domanda, il ricordo più bello in ciascuna società?

A Sabaudia non ci sono dubbi quando mi hanno consegnato la fascia da capitano. A Vodice il giorno del mio arrivo sono stato accolto da tutti a braccia aperte.

Il gol più bello con entrambe le squadre?

A Sabaudia ce ne sono stati tanti quelli che ricordo con maggiore affetto sono i due allo Scauri con i quali vincemmo la partita dopo che eravamo sotto all’80’. A Vodice non ci sono dubbi quello del definitivo 2 a 2 dove esplosi una botta dal limite non lasciando spazio al portiere avversario.

Chi è stato il punto di riferimento in entrambe le società? 

A Sabaudia non ci sono dubbi il direttore Gravagnoli, mi portò lui e lui è stato la mia guida. A Vodice il mio punto di rifermento è stato il direttore Marco Ricci con il quale ho instaurato un rapporto che dura ancora oggi ha sempre creduto in me e sulle mie potenzialità  Un’altra menzione spetta a Gian Luca Silvestri per un fratello maggiore. Con entrambi mi sento ancora oggi e c’è un vero rapporto di amicizia nato dal calcio e sfociato nella vita reale 

Il fattore campo può influire?

Senza dubbio il pubblico a Sabaudia è caloroso e ti incita a dare il meglio e poi il campo permette giocate di livello 

Nella storia dei derby ci sono giocate già sei partite tutte finite in pareggio, questo come finirà?

Come finirà non lo so so però che sarà una partita spettacolare ricca di colpi di scena mi auguro che sia come l’ultimo in cui vestivo la casacca Dell aurora ed è finito 3 a 3 un vero festival del gol! Lo Sporting è più squadra sono abituati a questo tipo di partire ma il derby esula da qualsiasi ragionamento ed è certo che per l’Aurora non è una semplice partita di calendario e sicuramente ci metteranno qualcosa in più per sopperire alle lacune tecniche. Poi da parte loro hanno un grande mister come Stanziale, uno dei migliori con cui ho lavorato, un vero lusso per la categoria.

Il compagno più forte con cui hai giocato in entrambe le squadre?

A Sabaudia un nome su tutti, Aveta. Gioca con tutti e due i piedi e fa le due fasi con la stessa naturalezza e qualità. A Vodice dico un nome che non ha certo bisogno di presentazioni Sannino Pierluigi, si allena con l’umiltà di un ragazzino e in campo fa sempre la differenza anche se una nota di merito la devo dare all’alieno che avevano in porta Angelo Stefanini, è veramente di un altro livello e per fargli gol devi fare sempre un miracolo.

Chi sarà l’uomo derby?

Rispondo secco Aveta per l’Aurora e Gasperino Cinelli per lo Sporting: se è in giornata e prepara la partita al meglio non lo ferma nessuno. 

Non ti chiederemo per chi tiferai, ma di dirci le tue impressioni 

Per prima cosa vorrei ringraziare entrambi i presidenti Giovanni Renzi e Claudio Danesin che mi hanno dato la possibilità di vestire la loro maglia con onore. Poi mister Stanziale, da cui ho imparato tantissimo e la famiglia Gardellin, che nei primi mesi allo Sporting mi ha accolto a casa loro come un figlio  Tutti i tifosi con cui sono sempre andato d’accordo e mi hanno sempre incoraggiato. Di Marco Ricci e Gian Luca Silvestri ho già detto, loro per me sono come fratelli. Infine spero e ne sono sicuro che domenica andrà in scena un grande spettacolo dove tutti si divertiranno sugli spalti e alla fine ci sarà sempre il rispetto fra le persone perché sia a Sabaudia che a Vodice ci sono persone serie profondi conoscitori di calcio. Io per problemi di lavoro non sarò presente ma auguro a tutti un buon derby.

Area Comunicazione Sporting Vodice

Lascia un commento