Serie D – Aprilia Racing, il lavoro procede sotto gli occhi di Venturi: “C’è voglia di mettersi in mostra”. Prosegue la lotta di Pezone per la C…

Continua il proprio lavoro estivo il Racing Club Aprilia di mister Mauro Venturi che, dopo 7 giorni, fa il punto della situazione:

“La prima settimana di lavoro è stata molto positiva, abbiamo iniziato in modo graduale sia a livello condizionale che a livello tecnico tattico, per quanto riguarda quest’aspetto abbiamo cominciato a trasmettere alla squadra i nostri principi di gioco sia in fase di possesso che in quella di non possesso. La squadra sta lavorando bene, con impegno e concentrazione ma soprattutto abbiamo rilevato, da parte di tutti la voglia di mettere in mostra le loro qualità tecniche e caratteriali e questo ci fa ben sperare per il futuro”.

 

La società F.C. Aprilia Racing Club, nella persona del suo Presidente Antonio Pezone, nell’ambito dell’ormai noto procedimento promosso avanti al Tribunale Federale Nazionale, avente ad oggetto il mancato pagamento da parte del Matera Calcio degli incentivi all’esodo e dei lodi arbitrali relativi agli emolumenti di alcuni calciatori, all’esito della scadenza dei termini di costituzione in giudizio per le parti resistenti con molto stupore prende contezza delle posizioni assunte da FIGC e LEGA.

Le predette componenti, infatti, proprio in tale occasione sono riuscite a trovare un’intesa ed avere una posizione comune in difesa della società Matera sebbene nell’ultimo periodo abbiano manifestato più di una volta divergenze e dissidi per motivi istituzionali. Con molto stupore la società ha rilevato, dagli atti depositati, che la posizione assunta da FIGC e LEGA senza ombra di dubbio sia volta a difendere e giustificare le gravi e molteplici inadempienze oggettive ed indiscutibili di cui si è resa responsabile il Matera Calcio nel corso della scorsa stagione sportiva.

Dispiace che, dopo un primo sostegno verbale ricevuto dalla LEGA nella persona del Presidente Gravina, la società ha riscontrato dalla lettura degli atti che entrambe le componenti federali hanno invece preso una posizione diametralmente opposta rispetto a quella originariamente manifestata. Ci si sarebbe aspettati quanto meno una posizione di neutralità da parte di FIGC e LEGA ed invece, il risultato è che vengono osteggiate sempre le società che nel corso della stagione pagano regolarmente gli stipendi e “fanno calcio” mediante l’utilizzo di risorse economiche reali.

Qui non si tratta di un gioco, ma di comprendere realmente quali saranno le sorti ed il destino di tutte quelle società che regolarmente adempiono ai loro impegni ma che non vengono in alcun modo tutelate a discapito di tutte quelle che invece si rendono inadempienti soprattutto nei confronti dei propri tesserati.

Area Comunicazione Aprilia Racing 

Lascia un commento