ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A – Real Monterotondo Scalo, Nardecchia senza paura in vista del Ladispoli: “Dobbiamo ottenere punti per la salvezza”

ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A - Real Monterotondo Scalo, Nardecchia senza paura in vista del Ladispoli: "Ogni partità ha una storia a sé, dobbiamo ottenere punti per la salvezza"

Nella mattinata odierna abbiamo avuto la possibilità di rivolgere alcune domande a Valerio Mauricio Nardecchia, esperto attaccante classe ’88 in forze al Real Monterotondo Scalo, sulla stagione fin qui disputata dalla sua squadra, che attualmente condivide l’ultimo posto in classifica con la Polisportiva Monti Cimini con 23 punti, a -5 dall’ultimo posto utile per la salvezza diretta.

Con il calciatore rossoblù abbiamo discusso dell’ultima debacle interna dei monterotondesi contro la Valle del Tevere e del prossimo, delicatissimo impegno che vedrà Nardecchia e compagni affrontare in trasferta la terribile corazzata Ladispoli, a caccia di punti per riprendere la sua rincorsa alla Vis Artena dopo la brutta sconfitta registrata in quel di Ciampino.

Altro tema caldo della nostra conversazione è stato quello relativo all’attuale situazione all’interno del girone, dove dopo i risultati maturati domenica scorsa gli artenesi sembrano essere un pò più vicini all’ambito traguardo, tenendo sempre presente però che a questo girone, come dimostrato recentemente, piace spesso scombinare le carte in tavola.

Di seguito, ecco le parole a noi rilasciate dal forte centravanti rianese:

 

Buongiorno Valerio e grazie per il tempo che ci stai dedicando. Da quante stagioni indossi la maglia del Real Monterotondo Scalo?

“Buongiorno a voi. Questa è la mia quarta stagione qui allo Scalo”.

 

Quale obiettivo la società vi ha chiesto di raggiungere per quanto riguarda l’attuale stagione?

“Teoricamente l’obiettivo iniziale era quello di fare una stagione tranquilla visto anche il piazzamento della scorsa stagione. Poi abbiamo avuto a che fare con alcuni episodi, come infortuni e/o partite non proprio fortunate, che ci hanno costretto all’attuale posizione di classifica che nessuno purtroppo avrebbe mai immaginato ad inizio stagione”.

 

Nell’ultimo turno disputato domenica scorsa avete rimediato una brutta sconfitta interna al cospetto della Valle del Tevere, formazione di centro classifica che, sulla carta, sembrerebbe appunto navigare in acque abbastanza tranquille. Cosa non ha funzionato nei vostri meccanismi tattici?

“In realtà la loro classifica è una delle più bugiarde perché sono una grande squadra. Noi abbiamo fatto una buona partita fino al loro gol che ci ha un po’ spezzato le gambe, anche perché sembravamo avere la gara in pugno fino a quel momento. Adesso va così, come prendiamo un colpo sembriamo accusarlo più del dovuto”.

 

La prossima gara sembrerebbe non essere delle migliori per cercare un pronto riscatto in quanto sarete ospiti del Ladispoli secondo in classifica, che per di più arriverà all’incontro con il dente avvelenato dopo la dura sconfitta patita sul campo del Città di Ciampino. Quale potrà essere la chiave di volta di un match così delicato per riuscire a portare a casa i tre punti?

“Ormai non possiamo più guardare la classifica. Ogni gara ha una storia a sé e non contano prime o ultime, dobbiamo cercare in tutti i modi di ottenere punti salvezza”.

 

A tuo giudizio, guardando l’attuale classifica, quali squadre possono essere in grado di arrivare fino in fondo e giocarsi la vittoria del campionato?

“Credo sarà una lotta fino alla fine tra Artena, Ladispoli e Unipomezia, che secondo me darà fastidio fino alla fine”.

 

Tra tutte le formazioni affrontate finora, qual è stata quella in grado di impressionarti maggiormente?

“L’ infortunio che mi ha tenuto fuori più di 4 mesi non mi ha permesso di affrontare tutte le squadre. Per esempio Ladispoli, Unipomezia, Artena, Eretum, Astrea ed altre non le ho potute “testare” personalmente. Però da fuori mi sono sembrate molto attrezzate Unipomezia ed ovviamente Astrea, che ha sempre dei giocatori che secondo me sono di un’altra categoria”.

 

A livello personale, hai qualche particolare ambizione che vorresti vedere realizzata nel breve e nel lungo periodo?

“Assolutamente la salvezza e magari il ritorno alla vittoria con un mio gol”.

 

 

Lascia un commento