LEGA CALCIO A 8 | Il Peperino batte lo Steaua e manda un segnale alla Lazio: terzo posto alla portata

Il consueto posticipo di venerdì vede contrapposti i gruppi di Cojan e D’Amora. In piena lotta PlayOff il Peperino, alla disperata ricerca di punti salvezza lo Steaua 2005. Al Centro Empire, l’ultima sfida della quattordicesima giornata di Serie A.


TRIPLO EUROGOL – Consueto match di fisicità e fragilità insieme per i padroni di casa, che fanno affidamento su Cherchez per impostare, Dumitru per inserirsi, Jai e Dobrin per correre. Copione già visto, anche meglio di così: lo Steaua appare più stanco del solito, e se a ciò si aggiunge la sfortuna, il discorso si chiude prima ancora di aprirsi. Nell’arco di cinque minuti un ispirato Peperino La Rustica trova tre gol incredibili in sequenza: ad aprire le marcature ci pensa il monumentale Di Paolo di prima dalla trequarti con un bolide al volo; segue lo scatenato Campanella in azione solitaria dalla destra, e Rossi in giocata simile dalla corsia opposta per il 3-0 che dopo un quarto d’ora già chiude il discorso.

STERILITA’ ROSSOBLU – Come al solito, da parte dello Steaua non mancano i tentativi, ma i ragazzi in maglia a righe sembrano più in difficoltà del solito nell’andare in area. Merito della difesa in nero, certo, ma l’impressione è che anche i più pericolosi dei rossoblù stiano cominciando a calare d’intensità. Le poche volte che, di solito dalla distanza, i padroni di casa arrivano a calciare, trovano un reattivissimo Travaglini a chiudere la strada. Dall’altra parte del campo, un Peperino in pieno controllo lascia il campo alla panchina e fa rifiatare quasi l’intera formazione titolare del primo tempo.

PROIETTI PER LA MEDIA – Si tratta a quel punto solo di arrotondare. Respinti gli sporadici tentativi di assalto avversari, il nuovo tridente di D’Amora (Fiorini, Proietti e Ibrahim accuperanno le posizioni avanzate in chiusura) si occupa di arrotondare la media reti. Il compito spetta al numero 6, che per due volte viene a trovarsi da solo di fronte a Ionut-Virgiliu Turnea, e per due volte non si fa problemi ad affondare ancora di più la formazione avversaria. Su uno Steaua più sfiduciato del solito, il Peperino La Rustica si prende tre punti, stacca gli inseguitori e lancia ancora una segnale alla Lazio.

MIGLIORE IN CAMPO – DI PAOLO | Match impeccabile davanti, ma addirittura encomiabile dietro, dove un già di per sé non brillantissimo Steaua sembra rinunciare del tutto all’azione in profondità. Merito del centrale in maglia nera, che gioca d’anticipo, occupa l’area e allontana con grazia ogni singolo pallone lanciato disperatamente in avanti dagli avversari. A suggellare il tutto, il gol della giornata che apre le danze.

Segui qui il Campionato della Lega Calcio a 8


D’Amora: “Steaua squadra di tutto rispetto, ragazzi oggi eccezionali”

Vittoria larga per il 5-0 del Peprino La Rustica sul campo dello Steaua 2005. Incontro deciso già nel primo tempo, ed ottimo banco di prova per la forma dei ragazzi presto impegnati nella volata finale. Ne ha parlato a fine match mister Cristiano D’Amora.

Soddisfatto come solo un 5-0 sa rendere mister D’Amora, che in continuità con la vittoria della scorsa settimana continua a prendere punti alla Lazio e a costruire la propria strada per i PlayOff. Il tutto passando sul campo di un avversario in difficoltà ma mai nonostante questo sempice:
Partita importantissima anche in virtù dei risultati degli altri. Lo Steaua è sempre difficile da affrontare, sono una squadra fisica: pagano forse un discorso di età e di allenamento, visto come tendono a calare nei secondi tempi. Restano una squadra di tutto rispetto e a cui faccio i miei complimenti. Ma stasera è stato il Peperino ad aver giocato bene, tutti i ragazzi hanno fatto una partita eccezionale. Partita che dedichiamo al nostro dirigente Fabio Muratore, per il brutto momento che sta passando“.

Ora la testa non può che volgersi alle parti più alte della classifica. Si entra nel culmine della regular season, e ogni sfida costituirà un tassello fondamentale in vista delle fasi finali.
Levando le due capoliste“, aggiunge D’Amora, “per i PlayOff dovremo giocarcela. Rimangono solo otto incontri, bisogna fare tutti i punti possibili ed il Peperino ha le potenzialità per farli. Dobbiamo affrontare prime come ultime alla stessa maniera, senza curarci dei nostri rivali. Come stasera: siamo venuti con la mentalità giusta, e abbiamo affrontato bene una grande squadra“.

Segui qui il Campionato della Lega Calcio a 8

Lascia un commento