ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A – Valle del Tevere, Renelli guarda oltre: “Stiamo gettando le basi per il nostro futuro”

ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A - Valle del Tevere, Renelli guarda oltre: "Stiamo gettando le basi per il nostro futuro"

Oggi pomeriggio abbiamo avuto modo di rivolgere alcune domande al giovane difensore della Valle del Tevere, Edoardo Renelli, riguardo il campionato finora disputato dai biancazzurri che viaggiano a metà classifica con 26 punti, al momento sufficienti a tenerli lontano da sgradevoli sorprese.

Con il centrale della formazione guidata da mister Scaricamazza abbiamo parlato, oltre che del momento della squadra che nella giornata di ieri è sembrata essere molto in palla nonostante la recente sosta, anche delle favorite per la vittoria finale del torneo, che molti ormai iniziano a vedere come una lotta a due tra CreCas e Ladispoli, delle squadre che maggiormente lo hanno impressionato e dei suoi personali obiettivi da raggiungere nel corso della stagione.

Queste, le parole a noi rilasciate dal forte difensore romano:

 

Buon pomeriggio Edoardo, grazie per averci dedicato un po’ del tuo tempo. Da quante stagioni indossi la maglia della Valle del Tevere?

“Buon pomeriggio e grazie a voi. Questo è il terzo anno che indosso la casacca della Valle del Tevere”.

 

Quali sono gli obiettivi stagionali del club biancoazzurro?

“Stiamo gettando le basi per il futuro. Abbiamo i migliori under della categoria, stiamo giocando partita dopo partita senza particolari assilli e tra qualche giornata tireremo le somme. Indubbiamente abbiamo cambiato tanto dalla passata stagione, sono andati via giocatori importanti e sapevo che sarebbe stato difficile ripetere quanto di buono fatto l’anno scorso, quando arrivammo a disputare le finali nazionali per la promozione in D”.
Secondo il tuo parere, giunti ormai oltre metà campionato, quali potrebbero essere le formazioni più attrezzate per arrivare fino in fondo e giocarsi la vittoria finale?
“Ora come ora direi che Ladispoli e CreCas sono senza dubbio le due squadre che fino alla fine si contenderanno l’accesso diretto alla Serie D. Non vedo altre rivali alla loro altezza”.
C’è una squadra in particolare che ti ha destato maggior impressione affrontandola durante il girone d’andata?
“L’Unipomezia senza ombra di dubbio. Una squadra ben organizzata e preparata sia dal suo precedente allenatore, Sasà Cangiano, che sedeva in panca quando abbiamo avuto modo di incrociarla, che dal suo nuovo mister Solimina, in grado di dare nuovo entusiasmo all’ambiente. Vedo bene anche l’Astrea di bomber Di Iorio, mi ha impressionato molto. E’ una squadra con le “rughe” se mi concedi questa terminologia”.
Nell’ultimo incontro disputato ieri avete raccolto un buon pari interno contro l’Eretum Monterotondo, squadra che ambisce ai piani alti della graduatoria. Sei soddisfatto del risultato ottenuto oppure ritieni che avreste potuto giocarvi meglio le vostre chance per portare a casa i tre punti?
“Ieri a mio avviso abbiamo disputato una delle migliori partite del campionato, per cui indubbiamente dico che sono stati due punti persi. Sotto l’aspetto del gioco e dell’intensità abbiamo disputato un’ottima gara, senza togliere nulla ai nostri avversari ovviamente. L’unica e purtroppo cruciale nota negativa, siamo stati poco attenti sulle loro due marcature. Dobbiamo assolutamente lavorare e migliorare sotto questo aspetto nel girone di ritorno, non possiamo permetterci di abbassare minimamente la concentrazione durante le partite, altrimenti la pagheremo sempre cara, come accaduto ieri”.
La prossima gara vi vedrà invece di scena nella tana della CreCas, ex capolista e con il dente avvelenato dopo i recenti risultati che l’hanno vista scivolare in graduatoria a -2 dal Ladispoli, nuova prima della classe. Come vi state preparando per affrontare questo match che sulla carta sembrerebbe essere proibitivo?
“Nulla è proibitivo per la Valle del Tevere. Non lo dico per essere presuntuoso, ma perché so che la Valle nelle partite di cartello difficilmente sbaglia. Comunque sarà una bella gara tra due ottime squadre, ma non partiremo sconfitti prima di giocarla”.
Hai particolari ambizioni personali per quanto riguarda la stagione in corso?
“Punto a migliorare sempre di più, allenamento dopo allenamento. Voglio fare bene sia per me stesso, sia per la squadra”.

Lascia un commento