ESCLUSIVA Promozione, Girone A – Città di Cerveteri, Spanò tra concretezza e ambizione: “Obiettivo salvezza, poi ce la giocheremo con tutti”

Nel pomeriggio odierno abbiamo potuto scambiare due chiacchiere con Alessandro Spanò, giovane attaccante del Città di Cerveteri, formazione partita per ottenere una salvezza tranquilla ma che ha dimostrato, in questo girone d’andata, di poter andare oltre ogni più rosea aspettativa.

Il bomber verde-azzurro ci ha parlato non solo degli obiettivi del sodalizio allenato da mister Cotroneo e di quelli personali, ma anche delle sue impressioni per quanto riguarda le squadre accreditate per la vittoria finale, con un girone che comunque appare ancora molto incerto, facendo poi il punto sulla prossima difficile gara che attende il team ceretano.

Queste, le parole del forte centravanti di Acilia:

 

Buon pomeriggio Alessandro,  grazie per aver trovato il tempo di rispondere alle nostre domande. Da quante stagioni fai parte della rosa del Città di Cerveteri?

“Grazie a voi. Questo è il mio secondo anno qui a Cerveteri”.

 

Qual è l’obiettivo che il sodalizio verde-azzurro si è posto per quanto riguarda la stagione in corso?

“Il nostro obiettivo è quello di raggiungere la salvezza il prima possibile, a livello personale spero invece di poter aiutare la squadra a farlo con i miei gol”.

 

Quali sono le squadre che consideri maggiormente attrezzate per il salto in Eccellenza?

“Per quanto mi riguarda ritengo che le squadre più accreditate siano l’Ottavia e la CPC, che mi hanno impressionato molto. Sicuramente sarà una corsa a due tra loro per la vittoria finale del campionato”.

 

Oltre a queste due “corazzate”, allestite in maniera tale da poter ben figurare anche in un campionato di maggior spessore, ci sono state altre squadre tra quelle affrontate che vi hanno particolarmente sorpreso?

“Sì una. La Vigor Acquapendente, che abbiamo affrontato due giornate fa. Una squadra che si è rinforzata molto ultimamente e sicuramente potrà dire la sua per quanto riguarda la parte alta della classifica”.

 

L’ultima partita dell’anno vi ha visti imporvi a domicilio sul Canale Monterano con il punteggio di 0-2, una vittoria che vi ha consentito di issarvi nelle zone nobili della graduatoria, a -5 punti dai playoff. Arrivati a questo punto, con a disposizione ancora l’intero girone di ritorno, potrebbe essere il caso di puntare a qualcosa di più di una semplice salvezza?

“L’obiettivo principale al momento resta assolutamente la salvezza e poi magari, una volta raggiunta, potremo provare a puntare più in alto. Abbiamo sempre dimostrato di potercela giocare con tutti, siamo forti ed abbiamo un bel gruppo”.

 

Alla ripresa del campionato vi attenderà invece un’insidiosa trasferta sul campo dell’Accademia Calcio Roma per quello che, ad oggi, può essere considerato a tutti gli effetti uno scontro ad alta quota. In caso di successo e di contemporaneo passo falso del Ronciglione United, impegnato tra le mura amiche contro il Grifone Gialloverde capace di espugnare Civitavecchia nell’ultimo turno, vi ritrovereste ancora più vicini ad un piccolo sogno che potrebbe iniziare ad assumere contorni più realistici. Quali sono le mosse che state studiando per avere ragione della compagine capitolina ed insidiare così le posizioni di vertice?

“L’Accademia è una bella squadra e in più annovera tra le sue fila l’attuale capocannoniere del girone. Dovremo stare molto attenti, ma sicuramente saremo in grado di giocarci al meglio le nostre carte nel modo più giusto che riterrà il mister”.

 

Nonostante la tua giovane età, ti si può già considerare comunque un attaccante di razza per quello che hai dimostrato finora. In virtù di ciò, ti sei per caso fissato un certo numero di gol che vorresti realizzare oppure superare?

“Sono un classe ’98 ed ho già realizzato nove gol in questo girone d’andata e spero di riuscire a realizzarne altri durante il girone di ritorno. Non ho fissato un numero preciso di gol da raggiungere, ma penso solamente a fare bene domenica dopo domenica”.

 

Lascia un commento