BONUS EXTRA – Procuratori, tornano esame ed Albo. Tedeschi: “La professionalizzazione è un passo in avanti, mai indietro”

Dalla deregulation del 2015 alla reintroduzione dell’albo e dell’esame per diventare procuratore dal 2018. Una battaglia che l’Associazione Agenti ha portato avanti duramente nel corso delle stagioni e che, con la Legge di Bilancio 2018, rivedrà inserito il percorso che c’era in passato per avere il patentino da procuratore.

“Torna l’esame abilitativo degli agenti di calciatori, torna l’albo, torna quel minimo di professionalità richiesta a chi, come me e tanti amici e colleghi, ha deciso di intraprendere questa attività professionalmente. Tanti amici e persone a me care hanno vissuto questa battaglia che, nel 2015 ho deciso di intraprendere con la IAFA dell’avvocato e collega agente Christian Bosco Work, che non finirò mai di ringraziare. Una persona che, letteralmente, ha fatto le nottate per un’idea, per l’affermazione della stessa e che oggi mi pregio di chiamare amico. E con l’AIACS. Chi in un modo, chi in un altro, si è cercato di agire nell’interesse comune di una categoria, quella degli agenti FIFA, spesso ingiustamente vilipesa perchè capro espiatorio di diverse storture del sistema calcio italiano ed internazionale. Questa è una bella notizia per tutti, per i genitori che ci contattano per avere assistenza per i loro figli, per le società, perchè sapranno di parlare con chi, almeno le regole base le conosce ed è obbligato a rispettarle e soprattutto per i calciatori. La professionalizzazione in questo settore come in tutti gli altri campi del mondo del lavoro, è un passo avanti, mai uno indietro. Grazie quindi a chi ha permesso che una proposta divenisse Legge di Stato; mi riferisco ai Senatori Falanga, Barani e Milo, all’On. Daniela Sbrollini, al Ministro Lotti e al CONIoltre che a tutti i numerosi parlamentari che si sono interessati alla questione, reputandola a giusta ragione di pubblico interesse. A loro va un sentito ringraziamento per l’encomiabile lavoro svolto. Questo DEVE essere un punto di partenza e non di arrivo!”, spiega sul proprio profilo Facebook l’agente Fifa Giulio Tedeschi, amico della redazione di Lazioingol.it.

 

Lascia un commento