ESCLUSIVA Serie D, Girone G – Anzio Calcio, il neoacquisto Regis è carico: “Qui per aiutare la squadra a raggiungere la salvezza, vi dimostrerò quanto valgo”

ESCLUSIVA Serie D, Girone G – Anzio Calcio, il neoacquisto Regis è carico: “Qui per aiutare la squadra a raggiungere la salvezza, vi dimostrerò quanto valgo”

Nella mattinata odierna abbiamo avuto modo di rivolgere alcune domande al neo attaccante dell’Anzio Calcio, Lorenzo Regis, in merito al girone d’andata disputato dal sodalizio tirrenico.

La squadra di mister Rughetti si trova al momento ancorata in piena zona retrocessione, tuttavia la classifica di questo girone, soprattutto in coda, è molto corta ed in effetti i biancoazzurri si trovano a poche lunghezze dalla zona salvezza diretta, che potrebbero tranquillamente raggiungere infilando un paio di risultati positivi.

Di questo e di altri aspetti del girone, nonché delle sue ambizioni personali, abbiamo parlato con Lorenzo nel corso della nostra chiacchierata.

Di seguito, il testo integrale dell’intervista al forte centravanti romano:

 

Buongiorno Lorenzo, grazie per averci dedicato un po’ del tuo tempo. Da quante stagioni indossi la maglia dell’Anzio Calcio?

“Buongiorno. Questa è la mia seconda stagione con questa maglia, l’avevo già indossata dal mese di Dicembre a quello di Maggio durante lo scorso torneo”.

 

Quali sono gli obiettivi del club biancoazzurro per quanto riguarda il campionato in corso?

“Il nostro obiettivo principale è la salvezza. Ora ci troviamo in una posizione di classifica abbastanza delicata, ma siamo concentrati e determinati a conseguire i risultati utili per ottenerla nel più breve tempo possibile”.

 

Al termine del girone d’andata la classifica vi vede impelagati in piena zona retrocessione, al penultimo posto con 11 punti. Ritieni che la posizione attualmente occupata sia una sorta di “specchio della verità” su questa prima parte di campionato, oppure in qualche gara ti saresti aspettato di uscire dal campo con qualche punto in più?

“Anche in questa stagione sono arrivato qui ad Anzio nel mese di Dicembre quindi non ho potuto vivere direttamente tutte le partite disputate dalla squadra, ma posso assicurare che il gruppo è valido, così come lo è il nostro tecnico e la società è presente. Sono sicuro che riusciremo presto a venire fuori da questa situazione”.

 

Infatti la classifica, seppur preoccupante, non è affatto compromessa. L’ultimo posto che vale la salvezza diretta, occupato al momento dal Budoni, è distante appena 6 punti. Come state lavorando durante questa sosta per recuperare le energie fisiche e mentali, per poi dare tutto nel girone di ritorno per centrare l’obiettivo?

“Stiamo lavorando davvero sodo con doppie sedute giornaliere. Come detto in precedenza, la squadra è formata da calciatori molto validi e lo staff lavora in una maniera professionale e competente, mettendoci a disposizione tutto ciò di cui abbiamo bisogno per raggiungere l’obiettivo prefissato”.

 

A tuo giudizio, quali sono le squadre più attrezzate per il salto di categoria?

“Dico il Rieti nella maniera più assoluta, sono certo che riuscirà ad arrivare fino in fondo”.

 

C’è una squadra che invece, affrontandola, ti ha particolarmente impressionato?

“Anche qui ti rispondo il Rieti, squadra solida e completa in tutti i reparti”.

 

Nell’ultimo match del 2017 avete subìto una dolorosa sconfitta per mano del Flaminia Calcio, diretta concorrente per la salvezza. Il prossimo turno invece, alla ripresa del campionato, vi vedrà di scena sul difficile campo di un’altra corazzata, l’SFF Atletico, in lotta per le posizioni di testa della graduatoria. Un impegno sulla carta proibitivo, ma il calcio riserva spesso molte sorprese e nulla è mai davvero scontato. Come vi state preparando per tentare di imbrigliare il gioco della formazione di mister Scudieri?

“Dobbiamo dimenticare ciò che è successo nell’ultima gara contro il Flaminia e concentrarci sull’SFF Atletico adesso. Loro sono una squadra forte, molto veloce e dinamica, ma noi abbiamo fiducia nei nostri mezzi e nel lavoro che stiamo svolgendo durante questa sosta. Sarà il campo a dirci se i nostri sforzi per preparare questa gara saranno stati sufficienti, o se in futuro dovremo allenarci ancora più duramente. Dal canto mio, sono certo che saremo in grado di dare battaglia”.

 

Hai qualche particolare ambizione personale che vorresti soddisfare entro il termine della stagione?

“Fare più gol possibili, aiutare la squadra a raggiungere la salvezza e dimostrare il mio valore, dato che qualcuno sembrerebbe ancora dubitarne”…

 

 

 

 

Lascia un commento