ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A – Tolfa Calcio, parla bomber Molfesi: “Campionato difficile ma siamo un bel gruppo, ci salveremo”

ESCLUSIVA Eccellenza, Girone A – Tolfa Calcio, parla bomber Molfesi: “Campionato difficile ma siamo un bel gruppo, ci salveremo”

Nel pomeriggio odierno abbiamo avuto l’occasione di fare una chiacchierata con Alessio Molfesi, attaccante da questa stagione in forze al Tolfa Calcio, sul girone d’andata appena concluso dalla sua squadra.

La squadra di mister Caputo si trova al momento nella parte medio-bassa della classifica e vanta un margine di tre punti sulla zona playout, un cuscinetto che naturalmente non può ancora permettere ai biancorossi di dormire sonni tranquilli nonostante le recenti buone prestazioni offerte.

Con il ragazzo abbiamo parlato anche delle sue impressioni sul girone nel quale il sodalizio del presidente Franchi è inserito, oltre che dello splendido successo ottenuto nell’ultima partita a domicilio del Monte Grotte Celoni e della prossima gara con l’Astrea, che farà visita ai tolfetani alla ripresa del campionato.

Queste, le parole rilasciate dal bomber romano:

 

Buon pomeriggio Alessio e grazie per averci concesso questa intervista. Da quante stagioni fai parte della rosa del Tolfa Calcio?

“Buon pomeriggio a voi. Questa per me è la prima stagione qui a Tolfa”.

 

Cosa ti ha convinto a sposare il progetto della società biancorossa?

“In primis il mister Caputo, che è stato il mio “mentore calcistico” per cinque anni, poi la società che oltre a dimostrare affetto e serietà nei miei confronti, è riuscita a farmi sentire parte di una grande famuiglia”.

 

Quali sono gli obiettivi stagionali della società tolfetana?

“Vogliamo centrare una salvezza tranquilla, anche se sappiamo che non sarà semplice vista la compattezza di tutte le squadre che compongono il girone”.

 

A proposito del vostro girone, quali sono le squadre che consideri le più complete per poter ambire alla promozione diretta?

“Sinceramente non ho visto squadre così forti da poter spaccare il campionato ed il fatto di essere riusciti, dal canto nostro, ad imporre il pareggio a due delle tre prime della classe ne è una valida testimonianza. Però se devo citarne una che mi ha particolarmente impressionato, allora dico il Ladispoli”.

 

Nell’ultimo turno avete rimediato una bella vittoria sul campo del Monte Grotte Celoni, peraltro una vostra diretta concorrente per la salvezza. Alla ripresa delle ostilità vi attende invece una difficile prova casalinga al cospetto dell’Astrea, che ha chiuso l’anno con una sconfitta contro la Vis Artena e non vede l’ora di avere occasione per riscattarsi. Quanta fiducia vi ha dato l’ultimo successo dell’anno in vista di questo delicato match?

“Sicuramente è una vittoria che fa morale e ci dà conferma delle nostre potenzialità. In più questa pausa ci permetterà di preparare al meglio la prossima gara recuperando anche qualche infortunio, tra cui il mio che mi ha costretto ad uno stop di un mese e mezzo. L’Astrea è una bella squadra, assolutamente da non sottovalutare, ma sono sicuro che se riusciremo a giocare come sappiamo, potremo portare a casa i tre punti”.

 

A livello personale, hai ambizioni particolari che vorresti veder soddisfatte entro il termine della stagione?

“Innanzitutto mi preme molto rientrare a pieno regime con il gruppo, perché come detto in precedenza il nostro è stato un girone d’andata caratterizzato da parecchi infortuni che ci hanno letteralmente falcidiati. Per il resto, spero di fare il bene del Tolfa ed essere l’uomo in più per questa squadra”.

Lascia un commento