ESCLUSIVA Serie D, Girone G – Trastevere Calcio, la carica di Sfanò: “Nessun programma, scendiamo in campo per vincere tutte le gare”

ESCLUSIVA Serie D, Girone G – Trastevere Calcio, senti la carica di Sfanò: “Nessun programma, scendiamo in campo per vincere tutte le gare”

Nella mattinata odierna abbiamo avuto l’occasione di intervistare Marco Sfanò, forte difensore del Trastevere Calcio con un passato tra le file della Lupa Roma in Lega Pro.

Con lui abbiamo fatto una chiacchierata a 360 gradi sul girone d’andata disputato dalla compagine capitolina, che attualmente occupa il quarto posto in graduatoria a -9 punti dalla vetta e sembra avere tutte le intenzioni di non mollare la zona playoff per provare, come la scorsa stagione, a rendere straordinario il proprio campionato.

Marco ci ha parlato anche di quali sono, per lui, le squadre più accreditate alla vittoria finale nel girone e della squadra che più lo ha impressionato in questo girone d’andata.

Di seguito, le parole a noi rilasciate dall’esperto difensore romano:

 

Buongiorno Marco, grazie per averci dedicato un po’ del tuo tempo. Da quante stagioni indossi la maglia del Trastevere Calcio?

“Buongiorno a voi. Questo è il mio primo anno con il Trastevere”.

 

Che cosa ti ha convinto ad accettare la proposta della società amaranto?

“Per esigenze familiari quest’anno ho deciso di rimanere a Roma. Con il direttore sportivo ci sentivamo già da tre anni a questa parte e sapevo che tipo di società era. Alla fine non è stato così difficile scegliere, anche perché fin dal primo momento non mi hanno mai fatto mancare nulla”.

 

Durante la scorsa stagione il sodalizio capitolino è stato protagonista di un incredibile campionato in un girone di ferro come quello campano-pugliese, rimanendo a lungo in testa davanti a squadre più blasonate e a “nobili decadute” del calcio italiano fino a poche giornate dal termine del torneo, sfiorando una storica promozione tra i professionisti e cedendo lo scettro al Bisceglie dopo un durissimo testa a testa. Quali sono le aspettative societarie invece per quanto riguarda quest’anno?

“Diciamo che lo scorso anno la società non era partita per vincere, ma per fare bene e stazionare nelle posizioni di alta classifica, ed è questo l’obiettivo che ci siamo posti anche quest’anno. Ripetere l’impresa della scorsa stagione sapevamo che sarebbe stato difficile, anche perché a mio parere, il girone sardo-laziale è forse meno complicato a livello ambientale, ma lo è molto per quanto riguarda la qualità delle rose almeno delle prime 6 o 7 squadre. Noi siamo un sodalizio per gran parte composto da giovani e nuovi elementi, ci vorrà tempo per creare un gruppo vincente, ma noi stiamo facendo bene e siamo in linea con le aspettative della società. Non facciamo programmi e guardiamo avanti, partita dopo partita, cercando di vincerle tutte”.

 

Quali sono le squadre che ritieni essere le più attrezzate del girone per centrare l’obiettivo del salto di categoria?

“A mio avviso il Rieti è la squadra più completa in tutti i reparti, anche per quanto riguarda la cattiveria, qualità e compattezza. Poi c’è  l’SFF Atletico che gioca un bel calcio e vedo bene anche l’Albalonga, squadra molto organizzata e anch’essa completa in tutti i ruoli. Dico che se la giocheranno queste tre squadre ma ritengo sempre il Rieti la più quotata per la vittoria finale”.

 

Terminato ormai il girone d’andata, c’è una squadra in particolare tra quelle affrontate, dal Rieti capolista al San Teodoro fanalino di coda, che ti ha maggiormente impressionato?

“Dico ancora il Rieti, perché come dicevo anche prima è la più completa in tutti i settori”.

 

Nell’ultimo incontro avete sconfitto a domicilio i sardi del Tortolì con il punteggio di 2-0, ora arriva la sosta natalizia e poi, alla ripresa del campionato dopo l’Epifania, vi attende lo scontro al vertice contro l’Albalonga al “Pio XII”, dove i punti in palio varranno doppio ed inoltre, in caso di affermazione di una delle due compagini, potrebbe essere un’occasione ghiotta per rosicchiare altri punti alla capolista, che sarà di scena al “Francioni” di Latina contro i nerazzurri di mister Chiappini. Credi che in questo momento la sosta possa esservi d’aiuto per preparare al meglio il delicato match di Albano Laziale?

“Diciamo che arriviamo da un buon momento di forma. Abbiamo pareggiato a Latina mettendo in mostra un gran calcio e meritando anche la vittoria, poi abbiamo vinto le ultime due sfide e quindi, sinceramente, avrei preferito affrontare subito l’Albalonga. Ora però dobbiamo lavorare al meglio durante la sosta per farci trovare pronti alla ripresa per questa partita fondamentale per il nostro campionato. Conosciamo e rispettiamo la loro forza ma noi giochiamo sempre per vincere, e così faremo anche ad Albano”.

 

Hai delle ambizioni personali da realizzare entro il termine della stagione?

“Le mie ambizioni personali sono quelle della squadra. Voglio far bene insieme ai miei compagni perché ci sono ragazzi che davvero lo meritano, abbiamo un gruppo fantastico e il mio desiderio è di raggiungere un traguardo molto importante insieme a loro”.

 

Lascia un commento