ESCLUSIVA Promozione, Girone D – Casalvieri, Forte suona la carica: “Campionato tosto, ma la salvezza è possibile”

ESCLUSIVA Promozione, Girone D – Casalvieri, Forte suona la carica: “Campionato tosto, ma la salvezza è possibile”

In serata abbiamo potuto rivolgere alcune domande al giovane attaccante del Casalvieri Diego Forte, originario del paese della Valcomino e tra i protagonisti, nella scorsa stagione, della storica promozione del team gialloblù nel campionato di Promozione.

L’obiettivo stagionale della matricola del presidente Antonio Schiavi è quello di centrare la permanenza nella categoria il prima possibile, ma purtroppo al momento i risultati sembrano non sorridere molto ai ragazzi di mister Rufo che comunque, nonostante paghino un po’ d’inesperienza in questo primo anno, lottano su ogni campo raccogliendo forse meno di quanto meriterebbero.

Abbiamo chiesto a Diego di raccontarci quali sono le sue impressioni sull’attuale situazione della squadra e quali mosse potrebbero rivelarsi vincenti per uscire dal momento nero ed issarsi verso posizioni di classifica più tranquille per poter conseguire senza eccessive apprensioni l’obiettivo tanto agognato.

Queste, le parole del giovane centravanti casalvierano:

 

Ciao Diego, grazie per aver accettato la nostra intervista. Prima di tutto, com’è nata in te la passione per il calcio?

“La mia passione per il calcio è nata appena ho iniziato a muovere i primi passi, trasmessami sicuramente da mio padre, che da subito ha iniziato a circondarmi di palloni da calcio”.

 

Da quante stagioni indossi la maglia del Casalvieri?

“Gioco per il Casalvieri da ormai 4 stagioni”.

 

“Essendo originario proprio del paese cominense, quanto “pesa” sulle tue spalle la maglia gialloblù quando scendi sul terreno di gioco?”

“Sono fiero di poter indossare la maglia gialloblù e cercare di rappresentare al meglio il mio paese ogni domenica”.

 

L’obiettivo dichiarato dalla società, dopo l’incredibile cavalcata della scorsa stagione che vi ha visti accedere per la prima volta nella storia del club al campionato di Promozione, è quello di centrare una salvezza senza troppi affanni. purtroppo i risultati ottenuti finora non sono stati molto positivi, cosa bisognerebbe fare per invertire la rotta?

“Il livello del campionato è molto alto, ci sono squadre davvero molto ben attrezzate. Purtroppo per noi i risultati ancora non ci premiano, per cambiare la rotta bisognerebbe impegnarsi ancora di più di quanto già ci impegniamo negli allenamenti visto che, a mio parere, la squadra è stata ben allestita dalla società e dal mister, cercando quindi di raggiungere al più presto l’obiettivo della salvezza”.

 

Nell’incontro di ieri avete rimediato un ko sul campo del Monte San Biagio capolista del raggruppamento  D del campionato. Cosa vi è mancato per potervi giocare le vostre chance sul loro campo?

“Non è mancato nulla. A fine primo tempo eravamo sull’1 a 1 contro una delle migliori formazioni del campionato, poi purtroppo la partita è stata condizionata dall’espulsione di un nostro giocatore per doppio giallo e quindi abbiamo pagato l’inferiorità numerica”.

 

Nel prossimo turno riposerete visto il ritiro del Priverno dal campionato, in quanto i pontini averebbero dovuto presentarsi proprio al “Checle” domenica prossima. Dopo vi attenderà invece la trasferta di Castelforte nell’ultima giornata di andata per quello che sembra uno scontro salvezza dove un’eventuale vittoria varrebbe doppio per entrambe le formazioni. Credi che questa imprevista “sosta” potrebbe giocare a vostro vantaggio in vista del match in programma tra due settimane?

“Beh, come dicevo prima, credo che l’importante sia lavorare bene durante gli allenamenti così da permetterci di affrontare al meglio tutte le partite e non solo quella che si terrà tra due settimane”.

 

Hai particolari ambizioni personali che vorresti realizzare entro il termine della stagione?

“Nessuna particolare ambizione, se non quella di raggiungere il prima possibile la salvezza”.

 

Lascia un commento