Promozione, Girone A – La Vigor Acquapendente si rialza, mister Ciccone sgambetta il Fiumicino: “Dedico la vittoria alla società”

Polisportiva Vigor Acquapendente –  Fiumicino   1-0

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Poppi, Cecconi, Delle Monache, Picchiotti, Romondini, Scigliano, Broccatelli, Colonnelli, Femia (41° st Coccetti), Zammarchi, Fanelli (23° st Fini). A DISPOSIZIONE: Pasquini, Ronca, Ranucci, Belardi, Zucca. ALLENATORE: Ciccone

AS FIUMICINO 1926: Faria, De Franco, Camanni (42° st Tesoro), Benedetti, Bove, Sapgnoletti, Gargiulo (24° st Di Vaio), Bornino (37° st De Nicolo), Centi (8° st Caian), Clementucci (22° st Crescenzo), Alessandrini. A DISPOSIZIONE: Greci, Forcina. ALLENATORE: Ceccarelli

ARBITRO: Alessandro Pepponi Comitato di Viterbo, assistente 1 Ruben Celani Comitatoi di Viterbo, Assistente 2 Ilenia Mattiacci Comitato di Viterbo
MARCATORI: 19° st Femia (PVA)
NOTE: Espulso Zammarchi (PVA) al 31° st con rosso diretto per intervento ritenuto eccessivamente falloso. Ammoniti 36° pt Femia (PVA), 18° st Clementucci (AF), 49° st De Nicolo (AF)

Il nuovo progetto Vigor targato Ciccone fa rima con vittoria. Sudata ma pesante perché permette ai viterbesi di tenersi lontano quattro punti dalla zona play-out. Nel primo tempo la bella versione Fiumicino ha un problema irrisolvibile che si chiama finalizzazione. Gran merito di Poppi che neutralizza un calcio di rigore di Benedetti, e si oppone alle conclusioni dalla distanza di Alessandrini, Clementucci e Gargiulo. Super Romondini in una cabina di regia aquesiana che ispira le giocate di Fanelli. Il quarto d’ora di riposo annacqua del tutto le idee di una formazione di Ceccarelli che effettua zero tiri in porta nella ripresa. Sale in cattedra Fanelli. Suo il cross che al minuto 19 mette la sfera sulla testa di Femia per la rete della vittoria. Prima di essere espulso un Zammarchi in crescita si rende protagonista al minuto 31° di una intelligente rovesciata acrobatica in aria.

“Abbiamo affrontato una squadra giovane”, sottolinea nella prima intervista da head-coach Gianfranco Ciccone, “che si è schierata in campo con un 4-3-3 aspettando le nostre giocate. Nel primo tempo abbiamo avuto un po’ troppa paura di affrontare questo modulo, mentre nel secondo tempo ci siamo sciolti. Mettendo in mostra tanto un grande carattere quanto un interessante potenziale. A dimostrazione di tutto questo il fatto che seppur rimanendo in inferiorità numerica per 20 minuti, abbiamo sempre pensato e realizzato gioco senza soffrire minimamente. Dedico la vittoria alla Società. Che viene da una striscia di risultato non troppo positiva. Ma che a partire dal patrono Fabrizio Galli, per passare al Direttore Sportivo Giuseppe Olimpieri ed ha tutti i preziosissimi collaboratori ha, alla pari dei giocatori, un potenziale organizzativo di qualità”.

Vigor nuovamente in campo Domenica 03 Dicembre alle ore 11.00. Allo Stadio “Maurizio Astolfi” di Santa Marinella avversaria di turno una ASD 1947 che dopo aver sbancato per 2-1 il terreno di gioco di Montefiascone si fionda nelle zone alte della classifica.

Giordano Sugaroni

Lascia un commento