Le decisioni del giudice sportivo

CAMPIONATO Seconda categoria
GARE DEL 22/10/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
SS. PIETRO E PAOLO – LA SETINA
Preso atto del reclamo proposto dalla Società LA SETINA rileva che la stessa non ha rispettato i requisiti
formali disposti dall’art. 46 del CGS con le modalità di cui all’art. 29 commi 2 e 3 del CGS.
Il preannuncio di reclamo deve essere inviato all’Organo competente entro le ore 24 del giorno successivo la
disputa della gara.
Osservato che tale inadempienza costituisce motivo di inammissibilità del reclamo, precludendo qualsiasi
esame nel merito.
Pertanto si dichiara che il reclamo proposto dalla Società LA SETINA è inammissibile.
Le decisioni in merito alla gara in epigrafe sono state pubblicate sul C.U. nº 128 del 27.10.2017.
La tassa reclamo va addebitata.

GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
PREANNUNCIO DI RECLAMO
PANTANELLO ANAGNI – ATLETICO FIUGGI
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società PANTANELLO ANAGNI avverso l’esito della
gara in epigrafe, si soprassiede ad ogni decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i
provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B
GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
VILLALBA OCRES MOCA 1952 – CRECAS
Si da’ atto che la gara in epigrafe è stata sospesa al 3 del 1º tempo per malore dell’Arbitro designato.
Gli atti relativi vengono rimessi al Comitato Regionale Lazio per i conseguenti adempimenti di competenza.

CAMPIONATO JUNIORES REG.LE C RISERVE
GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
DILETTANTI FALASCHE – BORGHESIANA
Il Giudice Sportivo
– Esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara in epigrafe
RILEVA
– Al 33′ del secondo tempo l’arbitro espelleva per somma di ammonizioni il calciatore RIPPA Alessandro
(DILETTANTI FALASCHE)
– Al 40′ del secondo tempo l’arbitro allontanava l’assistente di parte Sig. POLICARPO Maurizio (DILETTANTI
FALASCHE) per essere entrato indebitamente sul terreno di gioco rivolgendogli espressioni offensive, alla
notifica del provvedimento disciplinare e dall’esterno del recinto di gioco reiterava tale comportamento
– Al 49′ del secondo tempo l’arbitro espelleva il calciatore DI CAPUA PESAVENTO Alessio (DILETTANTI
FALASCHE) perché in reazione colpiva con uno schiaffo al volto un avversario, alla notifica del
provvedimento disciplinare, avvicinava il direttore di gara e da una distanza di circa un metro gli sferrava con
violenza uno schiaffo che lo colpiva al volto provocandogli intenso dolore alla guancia, al labbro, alla gengiva
e ad un occhio con annebbiamento della vista, nonché un senso di stordimento.
Nonostante fosse trattenuto dai compagni di squadra, tentava nuovamente di aggredire l’arbitro, non
riuscendovi perché portato a forza negli spogliatoi. In tale circostanza proferiva all’indirizzo dell’arbitro gravi
offese e minacce ed una serie di oscenità.
– A seguito di tale aggressione, l’arbitro al 49′ del secondo tempo sul seguente punteggio: DILETTANTI
FALASCHE – BORGHESIANA 1 – 2 decideva di sospendere definitivamente la gara non essendo più nelle
condizioni psico-fisiche per portarla a termine.
– All’interno dello spogliatoio il calciatore reiterava altre gravi offese e minacce.
– Si richiedeva, onde evitare ulteriori aggressioni, l’intervento della Forza Pubblica.
– Persistendo i disagi fisici l’arbitro si portava presso l’ospedale di Anzio Nettuno dove gli riscontravano TC
cranio ed encefalo guaribile in gg. 3 s.c.
– Considerato che l’anticipata conclusione della gara va attribuita alla società DILETTANTI FALASCHE
– In virtù all’art. 17 comma 2 del CGS
DELIBERA
a) Di infliggere alla società DILETTANTI FALASCHE la punizione sportiva della perdita della gara con il
punteggio di 0 – 3, nonché l’ammenda di euro 100,00 perché propri sostenitori nel corso della gara ed in più
occasioni rivolgevano all’arbitro gravi espressioni offensive
b) Di inibire il Sig. POLICARPO Maurizio (DILETTANTI FALASCHE) assistente di parte fino all’ 8.12.2017
c) Di squalificare il calciatore DI CAPUA PESAVENTO Alessio (DILETTANTI FALASCHE) fino al 30.06.2021
d) Di squalificare il calciatore RIPPA Alessandro (DILETTANTI FALASCHE) per una gara effettiva
Sanzione da non considerare ai fini dell’applicazione delle misure amministrative disposte dalla FIGC con il
C.U. n. 104 del 17.12.2014 in quanto il Campionato Juniores Regionale non rientra tra quelli indicati
nell’allegato “A” del citato C.U. n. 104.

GARE DEL 12/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
CERTOSA A.R.L. – BOREALE DONORIONE A.S.D.
Il Giudice Sportivo
– esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara in epigrafe
RILEVA
la Società CERTOSA nel corso della gara ha effettuato sei sostituzioni trasgredendo quanto previsto dal
C.U. nº1/55 del 4.7.2017 In virtù dell’art. 17 comma 4 del C.G.S.
DELIBERA
a) di infliggere alla Società CERTOSA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 1- 4
(miglior risultato acquisito sul campo) nonché l’ammenda di Euro 100,00.
b) di inibire il Dirigente PIANGERELLI Gabriella fino all’8.12.2017

CAMPIONATO ALLIEVI REGIONALI

GARE DEL 12/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
LEPANTO – CITTA DI VALMONTONE
Esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara in epigrafe
RILEVA
– al 14º del II tempo l’arbitro per comportamento antisportivo ammoniva il calciatore HRENIUC Marius nato il
22/7/2001. L’Ufficio tesseramento presso il Comitato Regionale Lazio, su richiesta di questo Organo
Giudicante comunica che il calciatore in questione di nazionalità straniera, non risulta tra i calciatori tesserati
per la Società CITTA DI VALMONTONE. Pertanto instaurato d’ufficio il procedimento, e per l’effetto dell’art.
17 comma 5 lettera a)
DELIBERA
– di infliggere alla Società CITTA’ DI VALMONTONE la punizione sportiva della perdita della gara con il
punteggio di 0 – 3, nonchè l’ammenda di Euro 100
– di inibire il dirigente responsabile CHIALASTRI Giovanni (CITTA’ DI VALMONTONE) fino all’8/12/2017.

TORNEO ALLIEVI REGIONALI FASCIA B
GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
NUOVA MILVIA – ERETUM MONTEROTONDO C.
Esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara di cui in epigrafe
RILEVA
– al 24º del II tempo veniva allontanato il Sig. GANDINI Sandro (NUOVA MILVIA)per essere entrato
indebitamente sul terreno di gioco rivolgendo all’arbitro espressione offensiva
– al 24º l’arbitro espelleva il calciatore GUADAGNO Simone (ERETUM MONTEROTONDO) per
comportamento minaccioso nei confronti di avversari. A fine gara rivolgeva all’arbitro espressione offensiva
– al 24º l’arbitro allontanava l’allenatore Sig. DI FILIPPO Gianluca (ERETUM MONTEROTONDO) per
proteste nei confronti dell’arbitro. In tale frangente, l’arbitro veniva colpito alla testa da un fratino che non gli
procurava conseguenze fisiche, lanciato da tesserati non identificati della Società ERETUM
MONTEROTONDO.
I medesimi, indirizzavano all’arbitro espressioni offensive.
Si creava una situazione di pericolo poichè tesserati di entrambe le Società discutevano animatamente.
L’arbitro, non riuscendo a gestire la situazione, tentava più volte di richiamare i capitani ed i vice-capitani di
entrambe le Società senza riuscirvi per il totale disinteresse degli stessi. Si rileva che tali discussioni si sono
protratte per circa un minuto.
Pertanto, onde salvaguardare la propria incolumità decideva di sospendere definitivamente la gara al 25º del
II tempo sul seguente punteggio: NUOVA MILVIA – ERETUM MONTEROTONDO 0 – 0.
L’arbitro richiedeva l’intervento della Forza Pubblica che lo scortava all’uscita dell’impianto sportivo.
Questo Organo Giudicante, pur stigmatizzando il comportamento dei calciatori non è in grado di attribuire
responsabilità alla Società e sopratutto appare evidente che l’arbitro non ha messo in atto tutti i poteri
previsti dal regolamento a sua disposizione per verificare o meno se esistevano o non, le condizioni per un
normale proseguimento della gara.
Pertanto, avvalendosi del dispositivo di cui all’art. 17 comma 4 lett. c) del CGS
DELIBERA
– di annullare il provvedimento di sospensione della gara adottato dall’arbitro
– di ordinare la ripetizione della gara in oggetto dando mandato al Comitato Regionale Lazio per gli
adempimenti di competenza
– di infliggere alla Società ERETUM MONTEROTONDO l’ammenda di Euro 150,00
– di inibire il Sig. GANDINI Sandro (NUOVA MILVIA) fino al 24/11/2017
– di squalificare per una gara effettiva il Sig. DI FILIPPO Gianluca (allenatore Soc. ERETUM
MONTEROTONDO)
– di squalificare per tre gare effettive il calciatore GUADAGNO Simone (ERETUM MONTEROTONDO).

PREANNUNCIO DI RECLAMO
MASSIMINA – ETRURIA CALCIO
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società ASD.FCMASSIMINA si soprassiede ad ogni
decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico
di tesserati per quanto in atti.

CP FROSINONE

CAMPIONATO ALLIEVI FROSINONE

GARE DEL 12/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Gara: ROCCASECCA T.SAN TOMMASO – VALCOMINO
Esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara di cui in epigrafe rileva:
– al 3′ del secondo tempo l’arbitro ammoniva il calciatore TABIT MOHAMMED (ROCCASECCA T.SAN TOMMASO);
– l’ufficio tesseramento presso il Comitato Regionale Lazio, su richiesta di questo Giudice Sportivo, segnalava che il suddetto calciatore non risultava essere tesserato per la società ROCCASECCA T.SAN TOMMASO;
– considerato l’art. 29 comma 4 lettera A) del CGS, questo organo giudicante instaura d’ufficio il procedimento, e per effetto dell’art.17 comma 5 lettera A)
DELIBERA
a) di infliggere alla società ROCCASECCA T.SAN TOMMASO la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3, nonchè l’ammenda di euro 25,00;
b) di inibire il dirigente responsabile TALPA Fabio fino al 24 novembre 2017.

PREANNUNCIO DI RECLAMO
Gara: FRUSINO 2016 – POLISPORTIVA TECCHIENA
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa’ A.S.D.POLISPORTIVA TECCHIENA si soprassiede ad ogni decisione in merito.
Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

TORNEO GIOVANISSIMI FASCIA B FROSINONE
GARE DEL 11/11/2017
PREANNUNCIO DI RECLAMO
Gara: POLISPORTIVA TECCHIENA – REAL CASSINO COLOSSEO
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa’ A.S.D.REAL CASSINO COLOSSEO si soprassiede ad ogni decisione in merito.
Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

CP LATINA

GARE DEL CAMPIONATO JUNIORES PROVINCIALE
GARE DEL 14/10/2017
gara del 14/10/2017 VIRTUS LENOLA – PONTINIA

Il Giudice sportivo di primo grado;
Letto il reclamo in epigrafe;
Esaminati gli atti ufficiali di gara, decide quanto segue:
La Società VIRTUS LENOLA ha proposto rituale preannuncio di reclamo e reclamo avanti a questo Organo giudicante deducendo che nella gara in epigrafe la Società PONTINIA non ha rispettato le limitazioni previste dal regolamento circa l’impiego massimo di calciatori fuori quota e chiedendo, pertanto, l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 17 comma 5 del CGS;
Il reclamo è fondato;
Preliminarmente occorre osservare che l’art. 17 del CGS al comma 5 lett. c) stabilisce che “la posizione irregolare dei calciatori di riserva, in violazione delle disposizioni contenute nelle NOIF, determina l’applicazione della sanzione della perdita della gara nel solo caso in cui gli stessi vengono effettivamente utilizzati nella gara….omissis”;
Il C.U. n. 1 del 07 luglio 2017 pubblicato dalla Delegazione Provinciale di Latina, prescrive espressamente che con riferimento al campionato Juniores Under 18 Provinciale, riservato ai calciatori nati dal 01 gennaio 1999 in poi “è consentito l’impiego di massimo quattro calciatori fuori quota nati dal 01 gennaio 1997 in poi;
L’inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la sanzione della perdita della gara come previsto dall’art. 17 comma 5 del CGS;
Pertanto dalla distinta gara della Società PONTINIA risulta che nella gara oggetto del presente reclamo, la Società è scesa in campo schierando, fin dall’inizio come titolari fuori quota i calciatori AMATISTA Manuel n. 2 nato il 09 luglio 1998, BERNAZZA Federico n. 5 nato il 29 giugno 1998, MARANDUCA Sebastiano n. 7 nato il 16 agosto 1998, ELMONETTO Marco n. 9 nato il 19 novembre 1998, STEFANELLI Luca n. 10 nato il 27 ottobre 1998;
Da quanto su esposto ne consegue, pertanto che la Società PONTINIA ha ecceduto i limiti al riguardo dal regolamento di cui al C.U. n. 1 del 07 luglio 2017 pubblicato dalla Delegazione Provinciale di Latina, impiegando ben cinque calciatori fuori quota in luogo dei quattro consentiti;
PQM
Il Giudice sportivo di 1º grado accoglie il reclamo proposto dalla Società VIRTUS LENOLA e, per l’effetto dell’art. 17 comma 5 del CGS infligge alla Società PONTINIA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3 a favore della Società VIRTUS LENOLA;
Commina a carico della Società PONTINIA l’ammenda di euro 75,00;
Inibisce fino al 30 novembre 2017 il Sig. PECORA Roberto, dirigente accompagnatore ufficiale della gara in epigrafe;
dispone restituirsi la tassa reclamo ai sensi dell’art. 33 comma 13 del CGS.

GARE DEL 21/10/2017
gara del 21/10/2017 NORMA – LAVINIO CAMPOVERDE

A scioglimento della riserva assunta di cui al C.U. n. 21 del 26 ottobre 2017, preso atto del preannuncio di reclamo inviato dalla Società LAVINIO CAMPOVERDE, atteso che non è stato dato corso al preannunciato reclamo della stessa Società;
PQM
si dispone l’omologazione della gara con il risultato acquisito sul campo di 1 – 1 e di addebitare la tassa reclamo in quanto non versata
GARE DEL 28/10/2017
gara del 28/10/2017 VIS SEZZE – SPORTING CALCIO VODICE

A scioglimento della riserva assunta con C.U. N. 22 del 02 novembre 2017;
Letto il referto dell’arbitro;
Visto il preannuncio di reclamo ed il successivo reclamo ritualmente proposto dalla Società VIS SEZZE con il quale si lamenta l’indebita partecipazione alla gara di un calciatore non presente in distinta consegnata all’arbitro e precisamente del calciatore indossante la maglia n. 17 della Società SPORTING CALCIO VODICE, circostanza che sarebbe confermata anche nel rapportino di fine gara ove il calciatore con la maglia n. 17 risulta tra gli ammoniti, con la precisazione che lo stesso non è presente in distinta;
Rilevato tuttavia che nel referto dell’arbitro, avente fede privilegiata, ogni qualvolta venga indicato il n. 17 (e precisamente tra i calciatori subentranti nel corso della gara e tra i calciatori ammoniti) viene a lato indicato tra parentesi il n. 12 ed il nominativo MASCIA Alessandro, effettivamente corrispondente al n. 12 indicato nella distinta consegnata prima della gara;
Considerato che tale doppia indicazione numerica (17 e 12) non lascia alcun dubbio circa la riconducibilità del calciatore con la maglia n. 17 al calciatore indicato in distinta con il n. 12 e rispondente al nome di MASCIA Alessandro, identificato regolarmente dall’arbitro prima dell’inizio della gara;
PQM
rigetta il reclamo e per l’effetto dispone l’omologazione della gara con il risultato acquisito sul campo di 4 – 3 a favore della Società SPORTING CALCIO VODICE;
Dispone altresì l’addebito della tassa reclamo

GARE DEL 11/11/2017
gara del 11/11/2017 DON BOSCO FORMIA – MONTE SAN BIAGIO

Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società DON BOSCO FORMIA si soprassiede ad ogni decisione in merito.
Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

GARE DEL TORNEO GIOVANISSIMI FASCIA “B”
GARE DEL 11/11/2017
gara del 11/11/2017 CONNECT CALCIO A 5 – AGORA FC

Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa’ CONNECT CALCIO A 5 si soprassiede ad ogni decisione in merito.
Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.
CP ROMA

JUNIORES PROVINCIALE ROMA
GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
PREANNUNCIO DI RECLAMO
CVN CASAL BERNOCCHI – CIVITAS OSTIA ANTICA
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Societa’ A.S.D.CIVITAS OSTIA ANTICA si soprassiede
ad ogni decisione in merito.
Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per
quanto in atti.

GARE DEL 12/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
CSS TIVOLI S.S.D. A R.L. – SEMPREVISA
Preso atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per assenza della Società Semprevisa Rilevato che
la stessa non ha fatto pervenire alcuna giustificazione in merito, pertanto, ai sensi di quanto disposto nel
C.U. n.1 del 1.7.2007 deve ritenersi rinunciataria a tutti gli effetti;
Visto l’art. 53 comma 2 delle NOIF
SI DECIDE
– di infliggere alla Società Semprevisa la punizione sportiva.della perdita della gara con il punteggio di 3-0
nonchè la penalizzazione di un punto in classifica;
b)di comminare alla stessa l’ammenda di Euro 250.00 ( seconda rinuncia ).

ALLIEVI PROV.ROMA FASCIA “B”

GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
OSTIANTICA CALCIO 1926 – LEOCON
Visti gli atti ufficiali, rilevato che:
L’arbitro non ammetteva a partecipare all’incontro l’allenatore della Società LEOCON, in quanto sprovvisto di
idonei documenti identificativi.
A questo punto il suddetto allenatore invitava la propria squadra ad abbandonare il terreno di gioco. L’invito
veniva accolto.
Letto quanto sopra negli atti di gara, essendo che la responsabilità della mancata disputa va attribuita alla
Società LEOCON che pertanto deve essere considerata rinunciataria a tutti gli effetti, ai sensi dell’art 53
delle NOIF, visto l’art 17 del CGS:
SI DECIDE
A) di infliggere alla Società LEOCON la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3, e
la penalizzazione di un punto in classifica.
B) di comminare alla Società LEOCON l’ammenda di Euro 25,00 ( 1º rinuncia ).

GIOVANISSIMI PRV ROMA FASCIA B
GARE DEL 5/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
SPORTING RIETI – S.C. DUE PONTI CALCIO
Si da atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per impraticabilità del campo di gara.
Gli atti relativi vengono rimessi alla Delegazione Provinciale di Roma per gli adempimenti di competenza.

GARE DEL 11/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
LA SALLE – SELVA CANDIDA
Dagli esami degli atti ufficiali è emerso che la gara in epigrafe non è stata disputata per indisponibilità del
campo di gioco poichè occupato da altra gara.
-Osservato che la Società LE SALLE, ha richiesto la variazione della data e orario della gara in questione,
anticipandola al giorno 11/11/2017, tenendo conto altresì che spetta alla Società ospitante, mettere a
disposizione per una gara ufficiale il proprio impianto sportivo, la Società LE SALLE deve ritenersi
responsabile della mancata disputa della gara, pertanto,
Visto l’art 17 del CGS
SI DECIDE
a) di infliggere alla Società LE SALLE, la punizione sportiva della gara con il punteggio di 0-3.

CALCIO A 5 SERIE D ROMA
GARE DEL 10/11/2017
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
CITTA DI SEGNI CALCIO A 5 – S.PALOMBA
Visti gli atti ufficiali, rilevato che:
– al 12 del II tempo veniva espulso il calciatore FELICI EMANUELE della Società S. PALOMBA per aver
rivolto espressioni offensive all’indirizzo dell’arbitro;
– alla notifica del provvedimento disciplinare il predetto calciatore si avvicinava all’arbitro, quindi gli
“strappava” dalle mani il cartellino di notifica gettandolo in terra.
Nel contempo lo colpiva con un violento schiaffo al volto provocandogli intenso dolore.
Di seguito lo colpiva nuovamente con un pugno alla parte sinistra del collo provocandogli nuovo e forte
dolore con momentaneo senso di stordimento;
– il calciatore FELICI EMANUELE veniva quindi trattenuto ed allontanato da altri tesserati;
– a questo punto il direttore di gara non trovandosi più in condizioni psico/fisiche per proseguire nella
direzione, decretava la fine anticipata dell’incontro;
– mentre l’arbitro raggiungeva il proprio spogliatoio veniva avvicinato dal calciatore MATTIA GIORDANO
sempre della società S. PALOMBA che con fare minaccioso gli rivolgeva espressioni irriguardose;
– considerato il persistere del dolore, successivamente l’arbitro si recava al pronto soccorso dove gli veniva
diagnosticata una contusione al collo e ad una guancia con prognosi di gg. 3;
Letto quanto sopra negli atti di gara, osservato che la responsabilità della mancata conclusione della gara va
ricercata nel comportamento violento di un tesserato della società S. PALOMBA
visto l’art. 17 del C.G.S.
SI DECIDE
a) di infliggere alla società S.PALOMBA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-6.
b) di squalificare i sottonotati calciatori nella misura a fianco di ciascuno indicate; FELICI EMANUELE S.
PALOMBA fino al 30.06.2022 MATTIA GIORDANO S. PALOMBA 3 gare effettive.
Considerato che il comportamento del calciatore FELICI EMANUELE configura una condotta violenta nei
confronti dell’arbitro e pertanto rientra tra quelli che determinano l’applicazione delle sanzioni previste dal
C.U. n.104/A del 17.12.2013, la sanzione va considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative
di cui al predetto c.u.

Lascia un commento