ESCLUSIVA Promozione, Girone B – Sant’Angelo Romano, lezione in Coppa. Neroni: “Servirà un miracolo al ritorno, ma siamo in salute. Più continuità in campionato”

Un sorteggio che appariva non insormontabile per il Sant’Angelo Romano, eppure il mercoledì di Coppa ha riservato dolori alla formazione tiburtina. La Pescatori Ostia ha rifilato 4 colpi ai giallorossi. La redazione di Lazioingol.it ha contattato Simone Neroni per analizzare il momento della formazione di Sbaffi. In campionato la risalita procede con buon profitto ed il jolly d’attacco del ’94 rilancia le ambizioni del gruppo di cui fa parte. Lui ci sta mettendo del suo per caricare l’ambiente, con i fatti. Chiedere a Rambaudi ed alla sua Luiss, domenica scorsa trafitta due volte dal talento ex Villalba.
Debacle in casa Pescatori Ostia ieri. Il Sant’Angelo Romano ha un pochino snobbato l’impegno in Coppa o si è trattato di una giornata storta? “Devo dirti che la partita non è stata presa sotto gamba, perché comunque conoscevamo le insidie di questo match. Sapevamo più o meno a cosa andavamo incontro… Certo mi rimane difficile realizzare di aver preso 4 gol, ma tant’è. Devo dire che 2 gol regolarissimi ce li hanno annullati, ma poco importa. Nessuna polemica, sbagliamo tutti d’altronde. Tornando a bomba, la partita è stata preparata, ma il verdetto del campo è stato a noi avverso e lo accettiamo”.
Tra due settimana a Guidonia servirà quantomeno un 3-0. Missione molto difficile… “Sicuramente non sarà facile fare 3 gol ad una squadra tosta come i biancoverdi. Ce la metteremo tutta per ragalarci una gran giornata, servirà un miracolo”.
Domenica in casa della Luiss sei entrato prepotentemente nel tabellino dei marcatori, griffando una doppietta. Come giudichi il tuo avvio di stagione? “Sono stato molto contento della doppietta. Dovessi dare un voto al mio operato fin qui, mi darei un 6-… Avrei potuto fare più gol, ma il campionato è ancora lungo!”.
L’occasione casalinga contro la Spes Poggio Fidoni è ghiotta per dare continuità all’importantissimo acuto di Tor di Quinto. Sei d’accordo? “Certo, dovremo gettare in campo tutto ciò che abbiamo. Siamo in salute, nonostante il passo falso in Coppa. Dobbiamo ricercare maggiore continuità ed aver ancora più fame di punti!”.
Un ottobre altalenante, anche a livello societario. Com’è ad oggi la situazione dalle parti del ‘Fiorentini’? “Mi dispiace per tutta la situazione che si è creata e mi dispiace per come è finita con mister Lucani. Il compito mio e dei miei compagni è di pensare al campo, le questioni societarie non debbono tangerci. Nel mio piccolo posso dirti che con il nuovo staff mi trovo molto, ma molto bene…”

Mercato alle porte. Qualcuno ha bussato alla tua porta…? “Mi conosci, domanda scorretta. Devo risponderti…? (sorride, ndr). Scherzi a parte, nessuna chiamata e nessun contatto con altre squadre”.

Lascia un commento