BONUS EXTRA – Lo sfogo di mister Liberti: “Questa è la mia storia… Bisogna che si tocchi il fondo prima di chiamarmi ad allenare?”

Oggi protagonista del progetto Accademia calcio che porta il suo nome, Fabrizio Liberti non dimentica il passato. Da quello più recente a quello ormai da tempo andato. Il rammarico per non esser stato scelto alla guida tecnica ad inizio stagione non è sopito. Qualche chiamata in questo periodo l’ha ricevuta, ma l’accordo non è stato trovato. Poteva essere il dopo Giovarruscio a Torrenova, tanto per fare un esempio. L’ex centrale difensivo tenace ai tempi dell’Aprilia si sfoga così a mezzo social:

“Vorrei raccontare la mia storia. Gennaio, mi arrivò una chiamata da Sandro Pochesci. Mi disse di prendere il Tor Bella Monaca in Promozione, all’ultimo posto. Accettai, come una sfida. Ottenni una salvezza miracolosa. L’anno dopo Pochesci mi diede l’opportunità di allenare il TBM Zagarolo, con l’obiettivo di salvarmi. In quel fantastico anno conquistammo la promozione in Eccellenza… Purtroppo la stagione successiva rimasi ai box, ma il 6 Gennaio ecco un’altra chiamata dell’attuale tecnico della Ternana e di Mario Gagliarducci per andare alla Semprevisa, ultima con tanti problemi. Un’altra salvezza miracolosa. Non continuo con il passato recente, ma concludo con un’altra salvezza con la Boreale, sempre da subentrato. Mi chiedo, bisogna andare proprio nella merda prima di chiamarmi? E che cazzo”.

Lascia un commento