Promozione, Girone A – Il Cerveteri regge poco la pressione. Cotroneo e Spanò in coro: “Paghiamo lo scotto della giovane età, ma sapremo far bene”

I verdeazzurri non riescono ad imporsi di fronte al proprio pubblico dopo la vittoria di Maccarese. Al Fiumicino basta un gol. Fiumicino corsaro al Galli. Il Città di Cerveteri non riesce ad avere continuità nei risultati ed è costretta ad arrendersi davanti al proprio pubblico contro i rossoblu, senz’altro più cinici. 

Molto amareggiato l’allenatore Carlo Cotroneo. “Paghiamo forse lo scotto della giovane età, forse non reggiamo ancora la pressione nel gestire certe emozioni. Abbiamo giocato bene, produciamo diverse occasioni ogni volta e poi magari capita di subire in novanta minuti solo un calcio di punizione e un calcio d’angolo e perdere la partita”. Tanti comunque gli assenti in casa verdeazzurra. Mancavano all’appello Paraschiv, Rinaldi, Paris, Coda, D’Amelio e Zappellini. “Conto di recuperarne già alcuni domenica prossima – confida il mister – l’esperienza è fondamentale in questa categoria”.

Da domani subito al lavoro al Galli. Parla l’attaccante Alessandro Spanò protagonista di una buona partita e alla fine coinvolto nell’episodio dubbio nell’area del Fiumicino. “Il rigore ci poteva stare – dice Spanò – però dobbiamo guardare ora a noi stessi, lavorare duro in settimana e tirarci fuori da questo periodo non positivo. Abbiamo due partite importanti da preparare, la prossima fuori casa a Santa Marinella e poi il derby in casa nostra contro l’Atletico Ladispoli. Sono convinto che faremo bene”.

Ufficio Stampa Cerveteri

Lascia un commento