LEGA CALCIO A 8 – Bacchi fa bella la Balestrieri, secondo stop su due gare per il Testaccio Calcio a 8


Per il Testaccio la luce della vittoria è ancora lontana: anche la Carrozzeria Balestrieri vince 4 a 2.
Starace & co. ancora a secco dopo due giornate. La Carrozzeria Balestrieri alla prima vittoria dopo il pareggio alla prima giornata contro l’Hammers Consulting

ECCE BACCHI – La sfida della 2a giornata tra Testaccio e Carrozzeria Balestrieri non è di quelle banali: di fronte a Simone Starace c’è un certo Alessio, che quest’anno ha intrapreso una nuova avventura nella formazione guidata da Francesco Frattali. Ed è probabilmente il numero 10 del Balestrieri che avverte i compagni di fare molta attenzione al ‘numero 8’ in maglia nera, l’uomo che costruisce tutte le azioni dei suoi. Con Simone Starace neutralizzato, gli ospiti verticalizzano con grande velocità, anche perché lì davanti Daniel Bacchi gioca di sponda, scatta in velocità, tira. A fine partita chiuderà con un doppietta.

CENTROCAMPO IN MANO – Quello che sorprende della Carrozzeria Balestrieri è l’agonismo che mette in ogni scontro di gioca, caratteristica del Testaccio che fu. Barone, Venturini (in gol), Cristini vanno su ogni pallone e i padroni di casa perdono in lucidità. E’ Simone Starace che prova a tenere in piedi i suoi, dopo un buon dialogo con Marongiu (che invece in quasi tutta la partita soffre il buon piazzamento della difesa avversaria). Ma ci pensa il fratello Alessio a ristabilire le distanze con un ‘sublime’ tocco d’esterno.

LA NOTA POSITIVA – Per il Testaccio bene il portiere Gianluca Pividori, che complice la perla a giro di Paolo Figura, tiene la sua squadra in partita fino al triplice fischio del direttore di gara. Una sinfonia positiva per la Carrozzeria Balestrieri, con l’apice rappresentanto dal numero 9 Daniel Bacchi, da tenere sott’occhio anche in ottica Rappresentativa.

IL MIGLIORE IN CAMPO | DANIEL BACCHI | Corre, pressa a tutto campo, gioca bene di sponda con i compagni, ha il senso della posizione da vero numero 9 così come ottime capacità di conclusione. Quello che sorprende è come, nonostante fosse all’esordio, la squadra si sia affidata completamente a lui e lo abbia servito in tutti i modi. E lui ha ripagato i compagni rendendosi sempre pericoloso o comunque non perdendo mai il possesso. E’ una brutta grana per la difesa del Testaccio, che infatti spesso è costretta a fare fallo. La concorrenza è tanta, ma in ottica Rappresentativa Bacchi alla Stella Azzurra ha certamente innalzato gli standard per il centravanti…

Lascia un commento