Coppa Italia Promozione – Vicovaro, i gol arrivano dalla mediana. Vince ancora la truppa Vicalvi, Santa Marinella eliminata

È una legge non scritta, ma che al momento miete vittime, anche illustri. Il ‘Tancredi Berenghi’ non ammette saccheggiamenti o razzie, non è terra di conquista. Lo straniero passa, lascia punti e se ne va. Anche con una formazione lontana parente di quelle finora viste in campionato, il Vicovaro si sbarazza del Santa Marinella, che comunque nella prima frazione di gioco era andata più vicina alla segnatura.

Mister Zeoli porta con sè tutti gli effettivi, disegna un 4-3-3 sganciando Vittorini sull’out destro d’attacco ed il capitano – nonché bomber principe – Brutti come terminale offensivo, lasciando per il secondo tempo Ferro e Trincia. Vicalvi ruota gli effettivi a disposizione puntando ancora su un 3-5-1-1 eclettico, orfano di capitano e vice capitano (Francesco Maiorani e Botti), dell’attaccante di riferimento Di Mugno e di Porzio e Romeo, giovani che stanno ben figurando in questo primo scorcio di stagione. Gioca Moltoni, portiere di Coppa, ed è subito protagonista alla metà della prima frazione. Carlo Maiorani – centrale di difesa per emergenza – buca l’intervento, Brutti s’invola in uno contro uno con Maraschio e serve l’accorrente Vittorini. Il calcio dell’ala a tu per tu con Moltoni è debole ed il portiere vanifica in uscita l’attacco. Le offensive del Vicovaro sono affidate alla solita verve di Grassi, che combina in coppia con Niro, ma le conclusioni sono poco taglienti. Anche Trenta prova la carta della giocata personale, ma Neri è ben contrato dalla difesa della Santa.

Se il primo tempo scivola via senza emozioni, la ripresa comincia col botto. Ottimo scivolamento dell’azione offensiva dei padroni di casa da sinistra verso destra, Trenta serve l’accorrente Ceccarelli che da posizione defilata lascia partire una parabola che termina la corsa sotto il sette. È il vantaggio arancionero, prima dell’ora di gioco. A chiudere il match è il subentrato Kanté: cross al bacio di Petricone, il colored s’inserisce e fa felice il settore dei Portoghesi. Colpo di testa da due passi e capriola ad infiammare il pubblico. L’unico tentativo degno di nota della formazione di Zeoli è un colpo di testa in mischia che s’infrange sulla traversa, poi sventato dall’attento Moltoni. Meno impegnative le conclusioni di Ferro dalla distanza, sulle quali il portiere è attento e plastico. Pomeriggio vincente per il Vicovaro, che affonda la vice capolista del girone A. Testa al Pro Roma e piedi ai Sedicesimi di Coppa.

Massimiliano Martino

 

 

Lascia un commento