Prima Categoria, Girone F – Pol. De Rossi, sì! Successo casalingo contro l’Indomita Pomezia

Dopo due successi esterni, il De Rossi era chiamato a far sentire la sua voce anche fra le mura amiche dopo l’amaro stop contro l’Atletico Acilia… E la voce si è sentita forte e chiara! Nonostante l’andamento delle marcature che potrebbe far sembrare ad una partita equilibrata e in sofferenza, il campo ha detto che il De Rossi ha dominato lungamente l’incontro ma che ciononostante ha rischiato di sciupare tutto per due disattenzioni difensive che potevano costarle veramente care. Montella rinfrancato dalle recenti prestazioni ripropone il 4-4-2 cambiando qualche giocatore e proponendo un’inedita coppia centrale di centrocampo formata da Angelucci e Papaleo (all’esordio da titolare), per il resto la confermatissima linea a 4 con Rosati, Perugini, Liviello e Cannone, Tortosa e Moretti sugli esterni e tandem d’attacco formato da Tomassini e Valiante.

Cielo plumbeo e minaccioso ma alla fine il tempo reggerà sino al termine e solita partenza a razzo dei padroni di casa; Cannone da fallo laterale effettua una lunghissima gittata nel cuore dell’area per l’inserimento di Moretti che invece di calciare prova il controllo di coscia, la difesa si salva in angolo. Continua a spingere la squadra di casa e l’Indomita sembra restare in attesa, al decimo c’è un’altra buona possibilità ancora sui piedi di Moretti che calcia una punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore, palla alta di poco sopra la traversa. Un minuto più tardi però la partita si sblocca. Palla rubata a centrocampo e lancio in profondità per Valiante che è bravissimo  a spizzarla di testa per l’accorrente Tomassini in corsia centrale, il “folletto” brucia il portiere in uscita aggirandolo e deposita dolcemente la palla in rete, uno a zero! L’Indomita prova a reagire con uno spiovente proveniente dalla 3/4, mischia tremenda in area che Vita risolve con una tempestiva uscita alta di pugno. Il De Rossi è veramente messo bene in campo e al 21°ha un’altra duplice ghiotta occasione; Rosati lancia benissimo Valiante sl versante destro, la punta mette bene il corpo e calcia di potenza, il suo marcatore riesce a deviare col corpo in angolo, sugli sviluppi la palla termina a centro area, è lo stesso Valiante a provare il gran gol in rovesciata ma la palla termina alta. L’indomita fatica a costruire delle interessanti trame di gioco e spesso si affida a lunghi lanci dalle retrovie, su uno di questi al 27° arriva un’altra palla insidiosa in area, sbroglia ancora Vita in uscita alta, anche caricato nell’occasione. Gli spazi si allargano e in queste praterie ci va a nozze il velocissimo Tomassini che alla mezzora viene lanciato sulla corsa, stavoltà la punta pecca di generosità e serve al centro dove però nessuno era riuscito a reggere al suo scatto e l’azione sfuma. Subito dopo però gli ospiti potrebbero pareggiare: palla mortifera persa in fase d’attacco da Liviello, viene innescato Fieni che galoppa sulla sinistra, giunge sul fondo e la scarica dietro per l’accorrente Gallo che però apre troppo il piattone e la spedisce a lato. Valiante ancora in evidenza al 39° a termine di una pregevole manovra, la punta si prepara bene il tiro dal limite e calcia, bravo Migliori a distendersi e bloccare. In chiusura di tempo però gli ospiti di nuovo pericolosissimi; discesa rapidissima di Accardo sull’out sinistro, palla tesa al centro e salvataggio miracoloso in spaccata di Cannone che impedisce a Fieni di colpire a botta sicura.

Montella percepisce che qualcosa non va bene e strilla il suo disappunto negli spogliatoi e la squadra sembra tornare in campo con molta più convinzione, tant’è che al 2° minuto Perugini la allunga in avanti per Tortosa, servizio centrale per Tomassini che la appoggia delicatamente per Valiante, destro di prima intenzione ma ancora una volta Migliori è pronto nel neutralizzare a terra. Gli ospiti non stanno però a guardare, punizione dal limite, calcia Bertini di potenza e la palla sibila vicino al palo. La partita adesso si accende, è ancora Valiante a fare un bel movimento dal limite ed esplodere il destro, la palla esce di pochissimo. Al minuto 6, quando meno te lo aspetti, l’Indomita trova il pareggio; fallo laterale da sinistra, la difesa è incerta nelle marcature e Fieni da centro area stacca di testa e la mette a fil di palo, parità. Il De Rossi reagisce prepontemente e intorno al 10 potrebbe di nuovo tornare in vantaggio con Moretti che calcia un bolide dalla parte destra dell’area, eccezionale Migliori nella deviazione sopra la traversa.  Pochi minuti più tardi è Angelucci ad avere la grande occasione direttamente da angolo, l’intermedio si ritrova la palla fra i piedi da distanza ravvicinatissima ma la calcia incredibilmente a lato. Con la squadra inevitabilmente protesa in avanti, l’Indomita ne approfitta cinicamente e al minuto 23 trova il vantaggio; giocata sulla destra, Cannone manca un primo intervento, la palla arriva centralmente per Gallo su cui nè Liviello nè Rosati riescono ad intervenire, la punta pometina disegna un preciso pallonetto che termina alle spalle di Vita forse posizionato leggermente in avanti. 1 a 2 che sa veramente di beffa. Ma è qui che la squadra della Caffarella tira fuori tutto il suo carattere; Al 26° punizione di Quadraccia dal limite, la palla incoccia sulla barriera e termina la sua corsa vicino al palo. Tre minuti dopo arriva il gol del meritatissimo pareggio, Tortosa innesca Tomassini sulla fascia destra, la punta “brucia” letteralmente il suo marcatore con un affondo perentorio e appena entrato in area viene atterrato platealmente, calcio di rigore. Dal dischetto lo specialista Angelucci che non lascia scampo al pur bravo portiere degli ospiti. Il pari galvanizza il De Rossi che si riversa nella metà campo avversaria; D’Angelo subentrato da poco difende palla ottimamente al limite e quando si appresta a tirare viene affossato, stavolta il Direttore di gara fa proseguire. A seguire ancora De Rossi, stavolta direttamente da un rilancio lungo di piede di Vita per Tomassini, controllo, allungo e tiro e Migliori ancora una volta riesce a salvarsi in angolo la cui battuta arretrata porta ancora Angelucci al tiro, fuori di nulla. Ma a 5 minuti dallo scadere la partita cambia ancora risultato e stavolta definitivamente. Servizio in profondità e centrale per Tortosa che è bravissimo nel controllo e nella difesa della sfera, cerca di portarsi al tiro ma viene sgambettato ai 16 metri. S’incarica della battuta Quadraccia che con il destro disegna un arco di rara precisione che scavalca la barriera e termina all’angolino. Addirittura il De Rossi potrebbe arrotondare due minuti più tardi grazie ad una bella giocata di Tomassini che serve a centro area il liberissimo Angelucci, tiro a botta sicura ma palla incredibilmente alta. Si termina però col brivido, ancora da fallo laterale, Fieni la prolunga in area di testa e Rosati interviene di ginocchio mandandola in angolo ma sfiorando la porta!

Termina così dopo 4 minuti la gara, una gara vibrante ed emozionante che il De Rossi ha vinto con pieno merito anche se l’Indomita, come suggerisce il nome, non si è mai arresa e c’ha sempre creduto.

 

LE PAGELLE

VITA :  6+  Praticamente non compie neanche UNA parata, ma è attento e coraggioso nelle uscite alte, prerogativa questa che ne fa apprezzare la prestazione ed infonde Sicurezza alla squadra. “Assicuratore”

ROSATI : 6,5 sempre più presente nelle sortite in avanti, forse paga un pò per lo sforzo in lucidità nel corso della partita, non la sua migliore partita ma sicuramente discreta, fortunato nell’episodio finale. “Ginocchio d’oro”

CANNONE : 6 Certe volte è proprio la generosità a tradirlo ma la sua spinta costante sulla sinistra ce l’hanno poche squadre, grande in occasione del salvataggio, meno in quella del secondo gol. “Altalena”

ANGELUCCI: 6,5 L’intelligenza tattica si vede nell’applicazione. Oggi spostato dalla fascia al centro gioca con naturalezza e attenzione anche se perde un paio di palloni al centro forse proprio per questa disabitudine. Il Rigore, una sentenza! “Iceman”

PERUGINI: 6-  Cerca di contenere i lunghi lanci avversari con tutto quello che può, si perde qualche cosa nelle marcature da palle inattive, ma non è neanche supportato. “Sonnambulo”

LIVIELLO:  6-  In sintonia col compagno di reparto e rimedia con quantità ad un paio d’errori evidenti commessi durante la gara….quindi non è una macchina? “Umanoide”

MORETTI 7 Forse il ruolo di attaccante pure un pò gli manca, ma si mette al servizio della squadra e rimedia 5 punti! Si 5 non tre, quelli che si è fatto mettere in fronte in seguito ad uno scontro di gioco, ma lui non si arrende, mai! “Frankstain”

TORTOSA:  7-  Delizioso nella fase offensiva, migliorabile su quella difensiva, ma nel complesso una grande partita, la punizione conquistata nel finale è un cocktail di bravura, esperienza e caparbietà. “Indomito”

VALIANTE: 7 Gran prestazione, fa tutto ciò che si chiede ad una punta….quasi tutto gli manca ancora il gol, ma quello arriverà al più presto ne siamo certi. “Torello”

PAPALEO: 6+ Belle geometrie e soprattuto ottime chiusure degli spazi. Ancora bisognerà lavorare sulla condizione fisica ma di sicuro stiamo già a buon punto “Samurai”

TOMASSINI : 7,5 Ok è tornato! Adesso finalmente possiamo dirlo! Grandissimo gol, pesantissimo rigore procurato e giocate davvero sopraffine, semplicemente il migliore in campo! “Folletto della Caffarella”

SOSTITUZIONI

RESTIVO (dal 5° per PAPALEO) 6,5  Entra nel momento più delicato della partita, ma è anche merito suo se si riesce a ricucire lo strappo e costruire la vittoria.

QUADRACCIA (dal 15 st° per Valiante) :  7  Entra e timbra! Sì lo so l’ho scritto anche la settimana scorsa ma non è colpa mia se Flavio è monotono!

D’ANGELO (dal 23° per Moretti)  : 6+  Un professionista! Entra si piazza, lotta e si propone guidando anche lui i  suoi alla vittoria, davvero un bell’impatto.

MUSTAFI ( dal 43° st per Tomassini)  S.V.

A disp.: Di Gregorio, Santovito, Darelli

Area Comunicazione Pol. De Rossi

Lascia un commento