Allievi Elite – Fattore casa stregato, l’Ostiamare impone lo stop al PC Tor Sapienza

PC Tor Sapienza – Ostiamare 1 – 2

PC Tor Sapienza: Chiereghin; Roselli, Marini, Mascioli, Palone; Badagliacca, Lanzone (30’st Petruccioli), Pompili; Vendemmia (20’st Valentini), Miglio (33’st Di Fazio), Lucarini (20’st Di Marco). A disp. : Scaramella, Amoroso, Placci. All. : Boncori.

Ostiamare: Clazzer; Scaccia (1’st Quadrelli), Giordani (11’st Antinucci), De Falco, Fonzo; Seri, Passaretti (35’st Ferrari), Sibilio (20’st Olivetti); Cannatelli, Marzi (11’st Schiavone), Lazzeri. A disp. : Micalizzi. All. : Bonanni.

Arbitro: Ferrara di Ciampino.

Marcatori: 28’pt Sibilio, 40’pt Miglio, 31’st Cannatelli.

Gara sfortunata per gli Allievi di Boncori, che in casa lasciano tre punti all’Ostiamare sprecando tantissime occasioni da rete. Gli ospiti si impongono 2 – 1 grazie a tanto cinismo e un po’ di fortuna, al di là dei due gol Chiereghin non ha mai dovuto bloccare un pallone. Merito comunque agli ospiti per essere scesi in campo concentrati in difesa, un fattore che ha fatto la differenza mentre la PC Tor Sapienza si perdeva sempre sul più bello quando doveva incidere. Nel primo tempo i gialloverdi prendevano subito le redini del gioco, ma con poco ritmo e senza creare grosse occasioni. Clazzer si impegna bene al 21’ su una punizione di Badagliacca, respingendo. A passare erano i viola con un’azione in ripartenza finalizzata dal tiro preciso di Sibilio, che alla mezz’ora portava avanti l’Ostia. I gialloverdi, sollecitati dalle sgroppate di Miglio e Lanzone, la pareggiavano nel finale di primo tempo. Proprio Miglio e Lanzone, in tandem, costruiscono la bella azione che porta l’ex Certosa a pareggiare con un tocco preciso.

Nella ripresa in campo c’è soltanto una squadra, con i viola che passano più di una mezz’ora abbondante rintanati nella propria metà campo, rendendosi minacciosi solo con i due tiri da fuori, imprecisi, di Passaretti. Per il Tor Sapienza invece, un palo di Mascioli, tanto possesso palla, una punizione di Badagliacca ancora deviata dal forte Clazzer, e soprattutto l’errore in fase di ripiegamento della difesa, che concede a Cannatelli un pallone facile da spingere in rete al 31’. Dopo il vantaggio, i gialloverdi ci provano in tutti i modi, ma la porta è stregata. Fonzo salva con la testa sulla linea su Di Marco (38’), Clazzer para ancora e forse ci sarebbe un tocco di mano sugli sviluppi di un corner, ma l’arbitro aveva tanti uomini davanti ed era difficile giudicare. Anche una traversa per il Tor Sapienza, che non si fa mancare nulla, sempre sugli sviluppi di un angolo. Fatto sta che i gialloverdi dovranno imparare da questa sconfitta, soprattutto ad esser cinici. In casa il Tor Sapienza non ha ancora mai vinto, e se si vuole disputare un campionato di alta classifica occorre cambiare subito registro senza più sprecare punti.

Ufficio Stampa PC Tor Sapienza

Lascia un commento