Promozione, Girone B – Il Vicovaro spreca tanto, Ranieri lo punisce. Festa Salto Cicolano

Match dai due volti al poco decoroso ‘De Amicis’ di Corvaro, che premia i padroni di casa del Salto Cicolano, intensi ed affamati. Il Vicovaro torna a casa senza punti in tasca e subendo il sorpasso di compagini come il Fiano Romano – prossima avversaria al ‘Berenghi’ -, il Pro Roma e la Vis Subiaco. Primo tempo di chiara marca arancionera: fioccano le occasioni dalle parti di Di Girolamo, ma come negli iniziali 45′ contro il Villalba gli uomini di Vicalvi sprecano troppo. Grassi è come sempre imprendibile sull’out di competenza, ma saltato anche il portiere la sua conclusione a porta sguarnita è poco precisa e finisce sulla parte alta della traversa. Ci prova poi Kanté in due circostanze. Il classe ’95 del Senegal non approfitta prima di un pasticcio difensivo tra Di Girolamo e Gallina e poi s’inventa un tacco volante nel cuore dell’area, che termina di poco alto. Altra offensiva del Vicovaro, Grassi è in buona posizione ma il tiro è strozzato e termina al lato. Maiorani e Ceccarelli producono in mediana ed è proprio il 10 a rendersi pericoloso con un tiro a giro, ma la porta è stregata e la sfera lambisce soltanto il palo. Ranieri cerca di svegliare gli uomini di Senneca, ma la prima frazione non vede ruggiti di sorta in area vicovarese.

Il match svolta dopo 5′ dal ritorno dagli spogliatoi. Il Salto Cicolano sfonda sulla destra, la palla a rimorchio è preda di Ranieri che batte Maiorani. Tutt’altro spartito da qui in poi. Il Vicovaro non riesce ad orchestrare la rimonta, il ‘De Amicis diventa un catino infuocato oltre che polveroso e sono anzi gli azzurri di casa a pervenire al raddoppio. Ranieri calcia dalla linea di fondo, l’assistente non ravvede l’offside e la palla termina in rete tra l’incredulità di Maiorani e compagni. Proteste vane. Il successo meritato da parte del Salto Cicolano viene poi suggellato dai due montanti colpiti dai padroni di casa – ormai in stato di grazia – con un Vicovaro ormai sprovvisto della bussola, che non si rende mai pericoloso dalle parti del bunker eretto da capitan Gallina e compagni. Il rovescio per la formazione di Vicalvi è pesante perché non dà seguito all’ottima vittoria contro il Villalba. Per il Salto Cicolano tre punti pesanti e meritati. Premiato l’ardore con cui gli uomini di Senneca hanno principiato la seconda frazione di gara.

Massimiliano Martino

Lascia un commento