Prima Categoria, Girone A – Non svolta il Latera: Grotte S. Stefano ok. Nuova Bagnaia solitaria in vetta

La ASD Nuova Bagnaia vola in beatissima solitudine in vetta alla classifica del Girone A Campionato regionale di Prima Categoria. E’ questo il verdetto principale di una seconda giornata che ha visto i ragazzi guidati da Zucchi violare per 3-0 il terreno di gioco dell’ASD 1928 Vetralla (marcatori Tardani al 36° del primo tempo, Varletta dopo due minuti e Delle Monache al 35° del secondo tempo).

Colpo esterno anche della ASD Maremmana 1934 che grazie ad un rete di Cecchelli alla mezz’ora della ripresa espugna il terreno della ASD TusciaFoglianeseCapranica. Goleadona interna per la ASD Nuova Pescia Romana 2004 che rifila un tennistico “primo set 6-0” al malcapitato ACD Sporting Bagnoregio. Doppietta per Borzacchi nel giro di tre minuti dal 20° al 23° del secondo tempo e reti singole di Bisozzi (12° primo tempo), Ingrosso (17° primo tempo), Federici (28° primo tempo) e Forieri (primo minuto di recupero). Vittoria interna per l’ASD Grotte Santo Stefano calcio 2012. Nel 2-1 rifilato all’ASDGS Latera passata in vantaggio al 30° del primo tempo con Marco Broccatelli, pareggio su calcio di rigore di Nami al 25° del secondo tempo e sorpasso a dieci minuti dalla fine da una rete di Pacifici. Senza vinti né vincitori la sfida tra ASD Canepinese e ASDPOL Fulgor Tuscania. 2-2 finale con rionali in vantaggio al 22° del primo tempo con Del Moro, pareggio tirrenico al 36° con Cremonini, vantaggio ospite al 19° del secondo tempo con Troili e pareggio locale a sette minuti dalla fine con Cisterna.

Nella terza giornata la capolista ASD Nuova Bagnaia affronterà a domicilio l’ASD Grotte Santo Stefano calcio 2012. Completeranno il programma ASD Doc Gallese 2010-ASD 1928 Vetralla, ASDPOL Fulgor Tuscania-Virtus Acquapendente, ASDGS Latera-ASD Canepinese, ASD Maremmana 1934-ASD Nuova Pescia Romana 2004, ACD Sporting Bagnoregio-POL.D. Ischia di Castro, ASD TusciaFoglianeseCapranica-GSD Pianoscarano 1949 e SSD Valenatno-ASD Corneto Tarquinia.

Giordano Sugaroni

Lascia un commento