Promozione, Girone C – Frascati, il ds Santorelli loda il gruppo di Fioranelli: “E pensare che in estate qualcuno storceva il naso…”. E fa il punto sulle giovanili…

Dall’anno zero al consolidamento. Se la prima stagione post fusione, per il Frascati Calcio, è stata sicuramente da ricordare, questa appena iniziata sta già dando frutti ancora più maturi. Sono i numeri a parlare: nuovi ingressi nella Scuola Calcio, tre categorie di Regionali, una prima squadra maschile partita col piede giusto in Promozione e quella femminile intenzionata a confermare, se non migliorare, la stupenda cavalcata dello scorso anno in Serie C. Cifre, ma non solo: perchè il Frascati investe anche sullo staff e sulla preparazione dei tecnici, per garantire ai ragazzi e alle rispettive famiglie un’offerta che non ha eguali. Basta fare un salto sui campi, per rendersi conto della partecipazione e dell’entusiasmo contagioso che si respira, a dimostrazione di come in via Conti di Tuscolo nulla venga lasciato al caso.

E la piazza, come è comprensibile, apprezza. “Di sicuro ciò che si fa a Frascati ha pochi elementi di paragone, soprattutto nelle immediate vicinanzedichiara il ds Gianni Santorellisia a livello di offerta, sia a livello di professionalità che di spessore tecnico. E questo vale per il vivaio come per l’agonistica. I numeri inutile sottolinearli, per noi parlano i fatti”.

Ne approfittiamo per fare il punto sulla prima squadra: coach Fioranelli sta guidando alla grande un gruppo che ha dimostrato di avere un ottimo potenziale. “Questa estate – sottolinea Santorelli – quando dicevo che avevamo allestito una buona squadra c’era qualcuno che storceva il naso. Certo è ancora presto, ma per ora i risultati dicono che siamo sulla strada giusta per fare un ulteriore salto di qualità. E di questo, ovviamente, vanno dati grandi meriti al mister e agli stessi ragazzi”.

La panoramica, poi, scorre in rassegna le altre formazioni dell’agonistica. “Sia con la Juniores Regionale che con i Giovanissimi Regionali puntiamo a un campionato di alto profilo – continua il ds del Frascati -. Siamo partiti abbastanza bene, ora dobbiamo continuare a crescere. Con i 2001 cerchiamo di arrivare il più in alto possibile per prendere la categoria regionale. Per i 2002 e i 2004 sarà una stagione più complicata, ma ugualmente stimolante. Con la femminile abbiamo stupito lo scorso anno, perciò adesso sarà più difficile perché non saremo più una sorpresa. Ma è un gruppo fantastico, a cui piacciono le sfide”.

Ufficio Stampa Frascati

Lascia un commento