Promozione, Girone D – Suio, finalmente punti. Mister Palladino: “Obiettivo? Una salvezza senza patemi, ora chiedo continuità”

Compleanno e prima vittoria. E’ stata la domenica “perfetta” per Davide Palladino, allenatore del Suio Città di Castelforte che ha espugnato il campo dello Scalambra Serrone riuscendo finalmente a raggiungere il primo risultato utile della sua gestione, avendo così un motivo in più di soddisfazione al momento di spegnere le 47 candeline della sua torta.

 

Mister, non era facile andare a Serrone e vincere, soprattutto in una situazione psicologica non facile come la vostra: addirittura tornate a casa con sei gol all’attivo.

Decisamente meglio delle previsioni, abbiamo saputo interpretare la partita proprio nel modo in cui volevamo; ci siamo mostrati superiori all’avversario, e del resto il risultato parla da solo. Abbiamo segnato tanto, ma quello che ci più interessava era fare finalmente punti, in modo da prendere un po’ di fiducia e procedere con maggior ottimismo nel nostro cammino.

 

Anche per scacciare le paure che le sconfitte recenti potevano generare all’interno del gruppo.

Ma in fin dei conti, contro Itri e Terracina non avevamo demeritato, ci era mancato qualcosa per agguantare quanto desiderato. Prima della partita ho detto alla squadra di rimanere sereni e giocare tranquilli, ed alla fine siamo stati giustamente premiati.

 

La tua squadra vuol procedere spedita verso una salvezza tranquilla.

Lo abbiamo sempre detto e lo confermiamo anche adesso. Non esaltiamoci più di tanto, manteniamo ben chiara la linea che vogliamo portare avanti e sono certo che il nostro obiettivo potrà arrivare senza patemi.

 

Un campionato nel quale, finora, non sembrano esserci grosse quantità di marcature.

E’ un dato statistico che può comunque oscillare a seconda delle situazioni, ma è comunque chiaro che ogni squadra ha giocatori di valore, in difesa come in attacco. Di certo vedo un buon blocco di formazioni che se la possono giocare per il vertice. Penso al Sora, al Msg Campano, al Real Cassino, che sono classiche squadre di categoria, ed includo senza dubbio il Gaeta, che può fare grandi cose; il Terracina ha appena cambiato allenatore, vediamo dove si troverà a dicembre e poi ne riparleremo.

 

Domenica riceverete la visita dello Sporting Vodice, altra formazione ostica.

Come tutte del resto, ma da parte nostra c’è il desiderio di agguantare la prima vittoria interna; abbiamo rotto il ghiaccio ed ora vogliamo dar seguito al nostro percorso. Cerchiamo continuità, che significa anche tranquillità e maggior autostima: e vorremmo iniziare da subito.

 

Per Sportgaetano, Paolo Russo

Lascia un commento