Coppa Lazio Prima Categoria – Pol. De Rossi, missione compiuta! Basta il pareggio a Bracciano contro la Virtus

Prima trasferta stagionale del De Rossi con una posta importantissima in palio, il passaggio agli ottavi di Coppa Italia di Prima categoria, un traguardo mai raggiunto nella lunga storia della società e soprattutto una grossissima iniezione di fiducia per l’imminente inizio del Campionato. Nonostante la numerosità della rosa, continua ad infoltirsi l’infermeria ed arrivare a 18 convocati oggi è stata veramente un’impresa, considerando che in panchina c’erano almeno tre giocatori che avevano a malapena qualche minuto nelle gambe! Montella gioco-forza ripropone un modulo 4-4-2 con Vita in porta, Perugini dirottato a sinistra e Berardino a destra, coppia centrale formata da Liviello e Rosati, fulcro di centrocampo imperniato sull’asse Restivo e Barchiesi con Moretti e Angelucci a presidiare le fasce esterne, confermato il duo d’attacco Favetta e D’Angelo. Campo in erba “accettabile” quello di Bracciano e condizioni climatiche che ancora una volta ricordavano tanto quelle estive, di contro un avversario veramente valido che si schierava con un 4-3-3 per provare a vincere la partita considerando che con altro risultato il passaggio del turno gli sarebbe stato precluso considerando che nell’impegno precedente non erano andati oltre l’uno pari con l’aurelio con il quale il De Rossi aveva vinto 4 a 3. Pronti via e dopo pochi secondi la partita potrebbe sbloccarsi subito; Moretti difende palla al limite e la smista sulla destra per l’inserimento puntualissimo di Angelucci, l’esterno affonda e poi rientra, cross teso in mezzo e la difesa si salva in affanno spazzando la palla. Un paio di minuti dopo è ancora Angelucci a provarci da fuori, ma Gisone è ben appostato e blocca. Il Bracciano si va vedere al 10° con un tentativo da fuori di Di Benedetto, ma il tiro è velleitario e Vita blocca senza problemi. La partita è combattuta ma l’agonismo è sempre contenuto nei canoni di correttezza. Al 26° i locali sfruttano con furbizia un fallo laterale lunghissimo, Sguazzini si ritrova con la palla solo in area ma calcia male e la consegna fra le braccia del nostro portiere. Replica affidata a Moretti che fa una bella giocata sulla sinistra per il velocissimo Perugini, taglio centrale in area ed è tempestivo Gisoni ad accortorciarsi sulla palla bloccandola. Il Bracciano però non sta a guardare e nell’azione successiva potrebbe portarsi in vantaggio con una punizione calciata dai 25 mt ancora da Sguazzini, Vita è molto bravo nella deviazione in angolo, angolo dal quale la difesa non riesce a respingere con efficacia e Bernardini tira una gran botta che termina la sua corsa vicino al palo, anche grazie ad una deviazione difensiva. Il pericolo scampato scuote i rossoblù che replicano con due azioni ravvicinate e pericolosissime; prima al 36° con un passaggio centrale di Barchiesi per l’inserimento di D’Angelo, la palla rimane arretrata di un soffio e permette a Dima di rinvenire con efficacia, poi al 39° Moretti calcia dalla destra col contagiri una punizione a spiovere sul secondo palo, stacca Favetta sopra tutti e incorna di testa ma il tiro lambisce il palo. L’ultima azione del primo tempo è però dei padroni di casa, lancio dalla destra per il mobilissimo Sguazzini ed è perentorio e miracoloso Rosati nel salvataggio in scivolata.

Il Secondo tempo riparte con un tentativo di Barchiesi da fuori, la direzione c’è ma non la forza, Gisoni para facile. E’ lo stesso Barchiesi dopo una decina di minuti ad innescare Perugini sulla sinistra, il Capitano entra in area e spara una gran botta su cui è bravissimo il portiere nella respinta con le gambe. La partita si accende e la lotta a centrocampo è gagliarda, le squadre sembrano annullarsi ma al 26° il Bracciano va vicinissimo al gol-qualificazione; calcio d’angolo dalla sinistra, Vita in uscita tocca il pallone ma non riesce ad allontanarlo, si accende una gran mischia da cui scaturisce un bolide che si stampa sotto la traversa e rientra in campo, in tanti si avventano nuovamente sul pallone ma in qualche modo la difesa rossoblù riesce a liberare, davvero un gran pericolo. Il gol mancato dà ulteriore spinta alla squadra di casa che alza il proprio baricentro ma ne approfitta il De Rossi che si riversa in avanti con un rapido contropiede, Favetta è abilissimo a lavorare un gran pallone sulla sinistra e crossarlo sul secondo palo, Angelucci con una magia mette a sedere il suo marcatore e con un morbido pallonetto deposita la palla in rete….ma l’arbitro annulla per un fallo commesso a suo avviso dallo stesso Angelucci, incredibile! Negli ultimi minuti non succede più nulla perchè è bravissimo il De Rossi a gestire il gioco e a rallentare i ritmi come le era più congeniale, si arriva così al 90° e dopo sei minuti di recupero l’arbitro fischia per tre volte…E siamo agli ottavi!

 

LE PAGELLE

VITA :  6,5  Stavolta la porta rimane inviolata grazie anche ad un paio di suoi interventi anche se qualche volta ha fatto tremare i compagni nelle uscite alte.

ROSATI : 7 Se non avesse sporadici “raptus beckembaueriani” in difesa sarebbe un baluardo ed in effetti lì dietro è andato alla grandissima. Prodigiosa la sua chiusura verso la fine del primo tempo.

BERARDINO: 6,5 Doveva fare l’esterno alto ma poi all’ultimo è stato impiegato come terzino. Meno fronzoli e tanta sostanza in fase difensiva, necessita solo di un buon corso per la battuta dei falli laterali.

PERUGINI: 7 Ancora una gran partita di sostanza e qualità. La fascia al braccio gli impone grosse responsabilità ma a lui questa cosa sembra galvanizzarlo.

BARCHIESI:  6,5  Benvenuto fra i giocatori di calcio! Finalmente una buona prestazione al servizio della squadra con discreta profusione al sacrificio e dispendio di energie, ancora qualche sbavatura ma nel complesso davvero bene.

ROSATI : 7 Se non avesse sporadici “raptus beckembaueriani” in difesa sarebbe un baluardo ed in effetti lì dietro è andato alla grandissima. Prodigiosa la sua chiusura verso la fine del primo tempo.

LIVIELLO : 7  Sempre maggiore autorità e controllo del reparto. Il centro della difesa è il suo presidio e a prescindere dai compagni di linea riesce sempre nella conduzione con un’esperienza che è insolita per un ’97!

MORETTI:  7 Poliedrico ed efficace. Propone deliziose giocate e si sacrifica con tante corse al servizio dei compagni, esce dal campo esausto.

ANGELUCCI:  7,5  Ufficialmente il tabellino non porta il suo nome ma hai nostri occhi il gol l’ha segnato pure oggi e…che gol!!! A parte questo la sua collocazione in campo è perfetta ed interpreta le fasi di gioco con rara intelligenza.

FAVETTA: 8 Di solito voti così si danno ad un bomber che ne ha fatti almeno due, ma vedere una punta che riesce a pressare, ad andare al tiro, a suggerire e rincorrere fino in difesa…come ha fatto lui capita davvero poche  volte, semplicemente gajardo!

RESTIVO: 7  Una partita al servizio dei compagni, forse manca ancora qualche verticalizzazione ma il tasso tecnico e tattico è davvero elevato. 90 minuti al alta intensità, tutto ok per l’inizio del Campionato.

D’ANGELO : 6 Non al meglio della condizione fisica, considerata l’emergenza viene messo ugualmente nella mischia ma a parte quello spunto del primo tempo non si vede molto. Speriamo di recuperarlo al meglio al più presto, un giocatore delle sue qualità non lo trovi su questi campi.m

SOSTITUZIONI

MARINELLI (dal 13 st° per D’Angelo) :   6,5  Buonissimo impatto nel match, si disimpegna egregiamente sulla sinistra e si fa notare per alcuni spunti davvero pregevoli lungo l’out di fondo.

DERACO (dal 24° st per Barchiesi)  : 6  Sostituisce uno stremato Barchiesi e si posizione in mezzo per dar man forte a Restivo, entra bene ma purtroppo sbaglia una facile giocata davanti l’area avversaria per poteva essere gestita meglio.

CAFASSO (dal 40° st per Favetta) : S.V.

PANCALDI (dal 42° st per Moretti) S.V.

CANNONE: (dal 47° st per Restivo) S.V.

A disp.: Di Gregorio, Tomassini

Area Comunicazione Pol. De Rossi

Lascia un commento