Eccellenza, Girone A – Pari casalingo per il Cynthia. Frenata l’UniPomezia

Cynthia Unipomezia 1-1

La Cynthia parte a razzo e sugli sviluppi di un calcio piazzato la palla schizza sul piede di Martena che incrocia un gran tiro portando in vantaggio i genzanesi. Ritmi buoni, l’Unipomezia reagisce ma in maniera sterile, con un giro palla macchinoso che non crea pericoli alla porta di Scarsella.

Nella seconda frazione il primo quarto d’ora scivola senza sussulti, ma da un calcio d’angolo Raponi sferra un sinistro imparabile che scheggia la traversa. Pochi istanti dopo, per un fallo di gioco normalissimo, Raponi viene ammonito per la seconda volta. L’espulsione muta lo scenario e l’Unipomezia spinge fino a raggiungere il pari con un colpo di testa di Lupi provenuto da versante di destra. A pochi minuti dalla fine l’arbitro espelle anche Mortaroli reo di aver inveito contro il direttore di gara con eccessivo furore. Gli ultimi minuti 11 contro 9 non portano pericoli alla retroguardia genzanese che alla fine è costretta ad accontentarsi del pari.

Sorvoliamo sulle scelte arbitrali che hanno condizionato la gara, dopo un primo tempo di qualità, si è visto un secondo tempo condizionato dal protagonismo della terna. Nota di cronaca, guardalinee e arbitro spesso lontani dall’azione per motivi di scarsa forma ma davvero ottime forchette.

Area Comunicazione Cynthia Genzano

Lascia un commento